A volte succede... che li condannino

Amianto

Sono 18 gli ex manager della Fincantieri che il tribunale di Gorizia ieri ha condannato per omicidio colposo. Nel loro stabilimento sono morte 44 persone per l'amianto.

Ridotte ai minimi termini le storie degli operai dei cantieri sono uguali: hanno lavorato per anni in fabbriche piene di amianto, lo hanno mangiato nelle loro pause pranzo, lo hanno portato a casa attaccato alle tute, infilato nelle lavatrici, spolverato sulle spalle di mogli e figli.

Gli ex manager della Fincantieri  di Monfalcone hanno accumulato complessivamente pene per 110 anni e 6 mesi di reclusione, con risarcimenti per 1,3 milioni di euro. La condanna di ieri ha addirittura superato le richieste dell'accusa, che aveva chiesto per i 18 dirigenti giudicati
responsabili dei decessi pene per complessivi 80 anni e 8 mesi.

A volte succede, che le sentenze regalino una lacrima di consolazione per un inaspettato senso di giustizia ricevuta. 

Sperando che i risarcimenti non rimangano solo una cifra su una carta bollata. 

Blog di: 
Stefania Divertito
Ultimi articoli da questo blog

Siamo proprio sicuri che a uccidere gli operai dell'Olivetti sia stato il mesotelioma?

Da anni con Metro seguiamo le vicende dello snodo Tav di Firenze. Un progetto invasivo che prevede la costruzione di un tunnel sotto Firenze per far passare l'Alta velocità e guadagnare APPENA 5 minuti nella tratta Roma Milano.

Si è spento al San Raffaele di Milano Francesco Rosito, 46 anni originario di Livorno e in servizio presso la 43^ Aerobrigata di Pisa. Varie missioni internazionali, condannato a morire per un cancro contratto quasi certamente per le missioni effettuate all’estero.