Il metano tra le vigne

NoTriv

No al metano tra le vigne di Ripatransone (Ancona). C'è allarme nella Città del Vino marchigiana a causa di un progetto di perforazione della compagnia Appennine Energy ad appena 600 metri in linea d'aria dal centro storico e in un contesto di pregio ambientale e produttivo. L'allarme è cresciuto anche dopo l'esplosione del gasdotto avvenuta pochi giorni fa in Abruzzo.

Così i viticoltori locali e l'amministrazione di Ripatransone le Città del Vino hanno inviato al ministro per l'Ambiente Gianluca Galletti (e alla Direzione generale per le Valutazioni ambientali, Divisione II Sistemi di valutazione ambientale) una lettera con la quale si esprime forte preoccupazione riguardo al progetto di 'Perforazione del pozzo esplorativo Il Cancello 1 dir' finalizzato alla ricerca di gas metano nel territorio nonostante il recente parere contrario del Comune.

È nato così il Comitato per la salvaguardia ambientale, che si aggiunge alle decine di comitati che in ogni parte d'Italia sta affilando le armi contro le trivelle.

Nella zona operano alcune cantine conosciute sui mercati nazionali e internazionali per i loro prodotti, molte utilizzano metodi di coltivazione e produzione biologica.

«Tutto questo appare in forte contraddizione, tra l'altro, con lo spirito che anima la prossima edizione di EXPO 2015 che ha nella qualità del cibo e nel rapporto tra buona alimentazione e ambiente, il suo tema centrale», afferma Pietro Iadanza, presidente dell'associazione nazionale Città del Vino.

Blog di: 
Stefania Divertito
Ultimi articoli da questo blog

Siamo proprio sicuri che a uccidere gli operai dell'Olivetti sia stato il mesotelioma?

Da anni con Metro seguiamo le vicende dello snodo Tav di Firenze. Un progetto invasivo che prevede la costruzione di un tunnel sotto Firenze per far passare l'Alta velocità e guadagnare APPENA 5 minuti nella tratta Roma Milano.

Si è spento al San Raffaele di Milano Francesco Rosito, 46 anni originario di Livorno e in servizio presso la 43^ Aerobrigata di Pisa. Varie missioni internazionali, condannato a morire per un cancro contratto quasi certamente per le missioni effettuate all’estero.