Ecoreati: la polpetta avvelenata che fa scacco matto

Ecoreati #neancheunavirgola

Incredibilmente oggi il ministro dell'Ambiente, in un'intervista a La Stampa, ci parla della legge ecoreati come se fosse già al Senato.

Cosa c'è di strano? Che proprio oggi inizia l'iter per la terza lettura alla Camera che, secondo le dichiarazioni di poche ore fa della maggioranza, sarebbe dovuta essere definitiva.

In commissione giustizia infatti non sono stati approvati emendamenti facendo passare la linea di non toccare #neancheunavirgola, come chiedono tutte le associazioni ambientaliste che un paio di settimane fa si sono riunite a Montecitorio incontrando anche i politici della maggioranza.

Però quello che dice il ministro nell'intervista potrebbe aprire scenari del tutto differneti. Il ministro vuole che si stralci l'articolo che vieta l'uso dell'air gun in mare: una tecnica per la quale si “sparano” cannonate di aria compressa nei fondali marini allo scopo di ricerca degli idrocarburi. Sembra che possa essere responsabile dello spiegamento dei cetacei e che comunque potrebbe causare problemi alla fauna marina.

Il ministro nell’intervista si dice contrario a questa norma e pertanto andrebbe stralciata. La legge tornerebbe al Senato e Galletti assicura (ma come fa ad assicurarlo?) che sarebbe approvata nel più breve tempo possibile.

Promesse da marinaio. Vediamo perchè.

Al Senato la legge è già passata e rimasta ferma per un anno, tutto il 2014. I senatori hanno un calendario fitto di riforme istituzionali che secondo la scala di valori del governo sono più urgenti.

Ma, soprattutto, a introdurre il contestato articolo è stato proprio un senatore dello stesso partito del ministro, NCD: Giuseppe Marinello. Perchè Ncd al Senato introduce il divieto di arigun e poi il ministro dice che quella norma ci porterebbe nella preistoria dello sviluppo produttivo?

Potrebbe essere una polpetta avvelenata introdotta nel testo per farlo rimbalzare da una Camera all'altra eternamente. Ecco perchè è partita la campagna degli ambientalisti sui social secondo cui il testo va approvato senza cambiare #neancheunavirgola.

 

Se il testo dovesse tornare al Senato, potrebbe essere approvato chissà quando... con buona pace degli ecoreati, della giustizia per le vittime e della prescrizione ampliata.

Blog di: 
Stefania Divertito
Ultimi articoli da questo blog

Siamo proprio sicuri che a uccidere gli operai dell'Olivetti sia stato il mesotelioma?

Da anni con Metro seguiamo le vicende dello snodo Tav di Firenze. Un progetto invasivo che prevede la costruzione di un tunnel sotto Firenze per far passare l'Alta velocità e guadagnare APPENA 5 minuti nella tratta Roma Milano.

Si è spento al San Raffaele di Milano Francesco Rosito, 46 anni originario di Livorno e in servizio presso la 43^ Aerobrigata di Pisa. Varie missioni internazionali, condannato a morire per un cancro contratto quasi certamente per le missioni effettuate all’estero.