Quando servono 65 passaggi per avviare un'impresa...

Editoriale dell'11 ottobre 2018 su Metro-quotidiano

di Maurizio Guandalini

Il Presidente Xi si è fatto fotografare tra i contadini: riso cinese in scodelle cinesi. Il brand made in china contro il protezionismo americano. Avranno capito le più alte cariche dello Stato italiano che continuano viaggiare su macchine tedesche? Il Ministro Salvini chiede a noi risparmiatori di investire sull’Italia. Pare che il Governo emetterà titoli di Stato per rilanciare le infrastrutture. Italia, Italia di terra bella e uguale non ce n’è. Capite che per convincere un risparmiatore non basta la canzone di Mino Reitano? Chi cerca denaro deve essere corposamente affidabile. Uno che merita e sprizza italianità dai pori. Il Ministro Toninelli. Per l’appunto. Che dite? Puntiamo una fiches sul titolare delle Infrastrutture che dà per aperto il tunnel del Brennero quando è ancora in costruzione? Valore, qualità, pregio, dote e virtù. C’entrano qualcosa nel momento che decido di recarmi in banca ad acquistare titoli di Stato? Non diremo mai la bestialità che è capace colui che ha la laurea perché è come dire ai giovani iscrivetevi all’Università e poi come esempio hanno prof avv lup mann, tra Chigi e dintorni, che si presume occupano cattedre (e concorsi) in nome e per conto dell’illuminato barone, e maestro, a capo cordata.

Affidare soldi a ufo a croupier che hanno contraffatto la roulette ci toglie la voglia. Se a Genova, addirittura, non si può fare un ponte alla svelta perché sale la carogna delle infiltrazioni mafiose, praticamente gli intralci e gli intoppi burocratici sono funzionali a tenere lontano i criminali, ma chi investe su un paese all’incontrario? Pussa via. Alla larga. 65 passaggi in 26 sportelli per avviare una impresa. Per certificati e permessi, 39 volte in fila e 18 mila euro di costi.

Mi sto affezionando alla ricetta di Berlusconi sportivo. Silvio, per ritrovare il made in Italy nel calcio, ha acquistato il Monza. Squadra solo di italiani giovani, con i capelli in ordine, senza barba, tatuaggi  e orecchini. Paradossalmente la filosofia del mondo antico di Casa 5 Stelle. Sarà l’effetto dei Promessi Sposi?

Blog di: 
Maurizio Guandalini
Ultimi articoli da questo blog

Un mio articolo su L'Huffington Post

Per leggerlo clicca sul link che segue:

Editoriale del 5 dicembre 2018 su METRO - Quotidiano

di Maurizio Guandalini

Editoriale del 3 dicembre 2018 su METRO-Quotidiano

di Maurizio Guandalini