"Pulizia" nelle case popolari. Un esempio

dalla GAZZETTA DI MANTOVA 

http://gazzettadimantova.gelocal.it/mantova/cronaca/2014/11/05/news/anar...

Anarchia nel condominio Stretta su sfratti e assegni

Suzzara. In un palazzo di via Alberti continuano sporcizia e abbandono di rifiuti L’assessore fotografa gli abusi e insieme all’Aler decide di interrompere gli aiuti

05 novembre 2014

SUZZARA. Pugno di ferro dell’amministrazione comunale contro alcuni residenti del condominio Aler di via Leon Battista Alberti a Suzzara: basta contributi per il pagamento di affitti arretrati e utenze domestiche e via agli sfratti esecutivi che erano stati congelati alle famiglie in difficoltà. La decisione è stata presa ieri dall’assessore al welfare Alessandro Guastalli in accordo con la giunta e Aler, vista la situazione di degrado in cui versa il condominio. Cassonetti stracolmi di rifiuti e senza nessun tipo di raccolta differenziata, sporcizia nei garage e nei vari piani degli appartamenti e decine di carrelli del vicino supermercato L’affare èabbandonati.

Nel comunicare che Aler, a spese dei condomini, ha incaricato una ditta specializzata per la deratizzazione dei vari locali, Guastalli ha fatto un sopralluogo dentro e fuori il palazzo, fotografando le aree di maggior degrado. «Li avevamo avvisati – ha ribadito con tono deciso – . Speravamo nel buon senso dei condomini che inizialmente ci avevano manifestato la loro volontà di tenere in ordine il palazzo. Gli appartamenti hanno pochi anni di vita, non è possibile continuare a tollerare una situazione simile: cassonetti strapieni, nessuna raccolta differenziata, muri ancora più imbrattati di prima, carrelli della spesa sparsi ovunque. A questo punto abbiamo deciso di prendere drastici provvedimenti».

Discutendo con Aler, nei giorni scorsi, durante la commisione di solidarietà, si è deciso che tutte le domande presentate per la richiesta di contributi per il pagamento di affitti arretrati e utenze domestiche non venissero prese in considerazione: «Scatteranno così in automatico gli sfratti esecutivi decisi da Aler che noi, come amministrazione comunale, avevamo sospeso. È inaccettabile che residenti che pagano un canone d’affitto di soli 80 euro, compreso acqua e riscaldamento, da quando risiedono nel palazzo non siano stati capaci di versare nemmeno una rata salvo poi vedere che nelle loro case non mancano megaschermi, cellulari di ultima generazione e videogiochi. Ora basta».

Da anni il palazzo di via Leon Battista Alberti è teatro di episodi simili. Ogni tentativo di sensibilizzazione è andato a vuoto. Mantova Ambiente non va nemmeno più a svuotare i cassonetti. «Visto che con le buone maniere non si è ottenuto nulla – conclude Guastalli – abbiamo incaricato la polizia municipale a elevare verbali per lo stato di degrado dei cassonetti e ora scatteranno pure le multe a carico degli inadempienti».

Mauro Pinotti

[Invia per email]

[Stampa]

05 novembre 2014

Blog di: 
Maurizio Guandalini
Ultimi articoli da questo blog

Un mio articolo su L’Huffington Post

Per leggerlo clicca sul link che segue:

Editoriale del 14 novembre 2018  su Metro Quotidiano 

di Maurizio Guandalini

Editoriale del 13 novembre 2018 su Metro-Quotidiano

 

Maurizio Guandalini