Il bastone e la carota, fino alle prossime Europee

Editoriale del 6 novembre 2018 su Metro-Quotidiano

di Maurizio Guandalini

A novembre se ne vanno 57 miliardi in tasse. C’è un giulivo applauso per il sollievo fiscale riservato alle partite Iva (flat tax del 15%). Dal 2019, 30%, e oltre, i soldi che rimarranno nelle tasche di coloro che percepiranno verso i 65 mila euro. Peccato che questa fascia di contribuenti si è ridotta ai minimi termini. La platea dei ‘partitari’ è sì larga ma pure la povertà è a estuario. Infatti è predominante il lordo che si aggira sui 15 mila euro (il reddito di tanti lavori precari). A questi, zero vantaggi. Perché la progressività fiscale scompare e rimane il peso certo, dei contributi previdenziali. Sul 30%. Da sborsare. Fissi.

Chi maneggia queste materie continua non capire quanto sarebbe utile un alleggerimento degli incartamenti. Dal 1 gennaio entra in vigore la fattura elettronica. I commercialisti hanno già inviato l’avviso ai clienti che il servizio avrà un costo professionale. Se aggiungiamo il resto, elenco lungo, e mai domo, di scadenze annuali, non si lavora proprio, per dedicarsi, esclusivamente, a compilare moduli e pagare. Dove sta il coraggio di cambiare verso? Capiamo gli interessi in gioco. Di commercialisti, caf, consulenti. E’ pari, stampato, il fenomeno, di massa, degli avvocati. In nessun paese al mondo tanti quanti in Italia. La loro necessità è vitale anche per la minima robetta. E via altro lavoro da accatastare per la giustizia. Di durata incalcolabile.

Il format bucherellato del ristoro tributario è un virus che ha contagiato l’intera manovra. Ormai stanca. Bastone e carota, prima di partire. Rimarrà sospesa fino alla primavera prossima. Vuoi tu elettore il reddito di cittadinanza, l’abolizione della Fornero e la flat tax? Votaci alle europee. Un allungamento del brodo per mancanza di soldi. E vie di uscita. Ci conforta che dal 2019, Mario Draghi, il capo della Banca centrale europea, sarà senza occupazione. E pare che gli italiani si siano già affezionati. Chi ha orecchie, e naso, per intendere, prepari i bagagli. Circola uno strano odore di incenso nei palazzi della politica.

Blog di: 
Maurizio Guandalini
Ultimi articoli da questo blog

Un mio editoriale su L'Huffington Post

PER LEGGERLO BASTA CLICCARE IL LINK CHE SEGUE:

Un mio editoriale su L'Huffigton Post

Per leggerlo basta cliccare il link che segue:

Un mio editoriale su L'Huffington Post

Per leggerlo basta cliccare il link che segue