Un antifurto per tablet e cellulare, ecco perché è importante averlo

La perdita di un dispositivo mobile di sicuro è qualcosa che può accadere frequentemente soprattutto se lo utilizziamo per telefonare in qualsiasi ora ed in qualsiasi momento. Subirne un furto sarà più raro ma di sicuro è una eventualità che va presa in considerazione.

Se per un attimo facciamo attenzione al tipo e alla delicatezza delle informaizoni presenti sul telefonino o sul tablet ci rendiamo conto che forse esse hanno un valore maggiore delll'oggetto stesso. Ciò vale soprattutto se si prende in considerazione il problema della riservatezza dei dati piuttosto che quello della loro perdita.

E' su un cellulare che scarichiamo la posta, usiamo i social network, riceviamo sms quindi concentriamo tutta la nostra comunicazione e sicuramente i nostri dati sensibili. Evitare che questi siano accessibili in caso di furto o smarrimento è sicuramente un obbligo.
Ci sono diverse soluzioni che consentono di fare un bel po' di cose in caso di furto o smarrimento.
Alcune app come Cerberus (www.cerberusapp.com) consentono di prendere il totale controllo del dispositivo anche a distanza. Si trasformano di fatto in una “cimice” che la persona non autorizzata porta con se. Una delle funzionalità più gettonate è l’invio silente di un sms con il nuovo numero della sim esattamente nello stesso istante in cui qualcun altro andrà ad inserirla. Ecco una serie di funzioni molto utili che possono salvarci da tanti guai per via della perdita o del furto dello smartphone:

  • Avvio tracciatura GPS
  • ricezione elenco delle telefonate fate
  • ricezione elenco degli sms
  • Autodistruzione dei dati
  • Scatto fotografico in background ed invio via email
  • Registrazione vocale ed invio via email
  • Invio messaggi al ladro per farsi restituire il cellulare
  • Blocco del cellulare a distanza
  • Attivazione di un allarme

Il sistema funziona intelligentemente attraverso una app che viene gestita e pilotata per via di un servizio web messo a disposizione per l’occasione. Affinché venga superato il problema della connessione dati tutti i comandi vengono inviato in background via sms quindi il telefono riceve comandi anche quando non è connesso alla rete dati.
L’app viene installata in modo da non essere visibile tra i programmi dello smartphoneo tablet. Se si hanno i parametri di accesso come root è anche possibile impedirne la cancellazione persino durante il reset totale dello smartphone.
Cerberus ha un costo minimo annuo ma sicuramente vale la pena dotarsene.

Blog di: 
Salvo Amato
Ultimi articoli da questo blog

Osservando sempre più da vicino il fenomeno social non solo dal punto di vista della dipendenza capita sempre più spesso da insegnante di vedere cosa i nostri studenti scrivono o, meglio, condividono sui social.

Quando si parla di sicurezza sembra scrivere delle ovvietà ma poi basta riflettere un attimo e rendersi conto che tali non sono. 

In questi giorni si svolgono diverse iniziative che servono ad avvicinare giovani e giovanissimi alla programmazione ovvero al coding.  Sì, è vero, è un nuovo termine informatico tra i piedi che anche a me non sta proprio simpatico.