Tutti a dieta con le App!

Feste, tempo di grandi abbuffate. Ogni anno la stessa storia: dopo la Befana bisogna assolutamente ritornare in forma. Non esistono formule magiche, ma vediamo come la tecnologia può aiutarci a perdere i chili di troppo. Se non abbiamo molto tempo per fare attività fisica e le tentazioni della dispensa sono sempre a portata di mano, e' pur  vero che conoscere esattamente il contenuto calorico del cibo ingerito può aiutarci a trattenerci dal mangiare eccessivamente.

Per questo esistono i nutrizionisti, ma anche moltissime App.

Ideal weight e' un software piuttosto semplice che indica massa grassa e magra e l'eventuale peso ideale da raggiungere. 

Molto simile Monitor Your weight che sa prendere nota delle calorie ingerite, trasformandole in un grafico giornaliero che ci scoraggerà dal rifocillarci eccessivamente. O, perlomeno, ci renderà consapevoli dei peccati compiuti. 

Nuna, App realizzata dall’Università di Firenze, permette di compilare una lista della spesa “sana”. Basta fotografare il codice a barre dei vari prodotti per comprenderne l’allocazione calorica. Meal Snap funziona più o meno allo stesso modo, registrando i valori nutrizionali di quanto mangiato nell’arco della giornata.

Diet Assistant è un’applicazione che cerca di scardinare stili di vita sbagliati: un confessore virtuale che ci indica dove pecchiamo. Ci spinge a mangiare più frutta e verdura, tralasciando fritti e intingoli. Idieta viaggia sulla stessa linea, combinando mix di cibi a noi graditi e fornendo anche ricette semplici da preparare. Lose it propone piani dieta molto ben bilanciati, registrando i progressi raggiunti che – neanche a dirlo – vengono inviati come report sulla nostra e-mail.

Noom, App a pagamento, tiene nota delle attività compiute quotidianamente (dal camminare, al salire le scale, alla corsa), delle calorie consumante e permette di aggiornare in tempo reale le misure corporee. Il quid pluris è che si può entrare in un gruppo "social" motivazionale per cercare di raggiungere gli obiettivi prefissati. Persone sconosciute, con gli stessi problemi, a declinare gli espedienti utilizzati per arginare la fame. 

DaylyBurn consente di scansionare il codice a barre di migliaia di alimenti ed ottenerne il valore calorico, con consigli ammazzafame neanche male. Un vero e proprio foodscanner che può anche proporci piani di allenamento fisico personalizzati.

MyFitnessPal funziona più o meno allo stesso modo. Tanti prodotti differenti e la possibilità di impostare pasti "tipo" con le nostre preferenze culinarie. Anche qui la parte social dell'applicazione permette di tenersi in contatto con chi adotta il nostro stesso regime alimentare, di condividere i risultati e di incentivarsi vicendevolmente. 

Dieta point ricorda con una sveglia di rifocillarsi a orario e permette di creare oltre 100 diete diverse, personalizzando i nostri gusti gastronomici.

Bing Health coniuga la cura dimagrante con l'attività fisica e fornisce idee per uno stile di vita sano. Permette perfino di monitorare eventuali sbalzi della pressione arteriosa. Per gli ipertecnologici esiste addirittura un programma, FitBit - praticamente un orologio da polso- che monitora ogni nostra attività motoria, controllando il peso e registrando i cibi assunti. Forse si stava meglio senza tecnologia, perché ora non abbiamo più scuse. Tutti a dieta! 

Blog di: 
Alessia Chinellato
Ultimi articoli da questo blog

Uno stop, per calmierare il tempo passato on line. Anche Facebook corre ai ripari dopo i cugini Apple e Google, introducendo strumenti per monitorare il tempo trascorso on line.

Esiste un confine tra visibile e invisibile, dove la materia e lo spirito, che ci appaiono così separati e lontani tra loro, coesistono in perfetta armonia?

Olografo. Firmato. Depositato. Questo era, in tre parole, il testamento. Tanto bastava. Per salvaguardare il patrimonio materiale del de cuius. Ma: c’è altro. L’eredità eterica. Ciò che ha lasciato nel cloud.