TEMPO PERDUTO ON LINE

Uno stop, per calmierare il tempo passato on line. Anche Facebook corre ai ripari dopo i cugini Apple e Google, introducendo strumenti per monitorare il tempo trascorso on line.

Un report giornaliero a elencare le notifiche ricevute, le attività svolte, il tempo trascorso in rete e, soprattutto, nuove modalità per limitare le notifiche, che sono l’amo che riporta l’utente a collegarsi. Sono dovuti intervenire esperti e organizzazioni leader nella cura delle malattie mentali, per scongiurare la completa alienazione degli utenti dei social, ormai indifferenti alla vita vera, quella che si svolge oltre il proprio smartphone.

Una vera piaga, per gli adolescenti ma non solo. Ci sono due App per accedere al monitoraggio del tempo trascorso on line. Su Facebook c’è  il tuo tempo trascorso on line che registra il tempo trascorso on line in un determinato giorno. E’ possibile impostare un alert che avvisa al raggiungimento di una soglia: un po' come la spia che suona quando si supera il limite di velocità in autostrada.

Gli aggiornamenti – opzionali e non obbligatori - non sono ancora disponibili, poiché in fase di test, ma lo saranno a breve.  

Blog di: 
Alessia Chinellato
Ultimi articoli da questo blog

Quella con Daniele Mencarelli è stata una conoscenza fatta durante il lockdown. Un contatto tra lettore ed autore. Domande semplici e dirette, fatte in punta di piedi e lanciate ad un indirizzo e-mail scovato in rete, cui neppure pensavo avrei ricevuto risposta.

Tempo di Coronavirus. A molti, fortunatamente, è stato concesso lo smart working. Sembra facile. Ma non lo è.

Sappiamo che nulla sarà più come prima. Dopo che avremo sconfitto il #CoronaVirus, saremo persone diverse. Ci voleva un astro capriccioso che si è messo ad orbitare al rovescio per insegnarci a lavarci le mani, a tenere una certa distanza dai nostri interlocutori.