TEMPO PERDUTO ON LINE

Uno stop, per calmierare il tempo passato on line. Anche Facebook corre ai ripari dopo i cugini Apple e Google, introducendo strumenti per monitorare il tempo trascorso on line.

Un report giornaliero a elencare le notifiche ricevute, le attività svolte, il tempo trascorso in rete e, soprattutto, nuove modalità per limitare le notifiche, che sono l’amo che riporta l’utente a collegarsi. Sono dovuti intervenire esperti e organizzazioni leader nella cura delle malattie mentali, per scongiurare la completa alienazione degli utenti dei social, ormai indifferenti alla vita vera, quella che si svolge oltre il proprio smartphone.

Una vera piaga, per gli adolescenti ma non solo. Ci sono due App per accedere al monitoraggio del tempo trascorso on line. Su Facebook c’è  il tuo tempo trascorso on line che registra il tempo trascorso on line in un determinato giorno. E’ possibile impostare un alert che avvisa al raggiungimento di una soglia: un po' come la spia che suona quando si supera il limite di velocità in autostrada.

Gli aggiornamenti – opzionali e non obbligatori - non sono ancora disponibili, poiché in fase di test, ma lo saranno a breve.  

Blog di: 
Alessia Chinellato
Ultimi articoli da questo blog

Nata dall’idea di 4 sviluppatori milanesi, nasce l’App per trovare la Chiesa più vicina, dove si recita Messa. Niente di più azzeccato, in questo periodo vacanziero. In cui, pure, la Fede è importante, per i credenti.

Sono passati 30 anni dall’invenzione del world wide web. Che ha cambiato la vita di tutti noi. Volenti o nolenti. Il primo browser, ossia lo strumento per sfogliare le pagine web.

E' possibile trovare l'anima gemella? Certamente... basta conoscere bene il linguaggio dell'universo femminile e quello del mondo maschile, due mondi agli antipodi che parlano linguaggi totalmente differenti.