Silenzio, il nemico ci ascolta

In un mondo ipertecnologico comunicare è diventato semplice, ma anche rischioso. Soprattutto per chi occupa posizioni di livello. Inserire uno spyware su un cellulare è relativamente semplice e conseguentemente essere intercettati è piuttosto facile così come essere equivocati e magari accusati, fino a prova contraria, di qualche reato.

In Italia ogni anno si spendono cifre esorbitanti in intercettazioni. Alcuni metodi di comunicazione – però – sono particolarmente sicuri. Eccone alcuni.

Per quanto concerne la messaggistica Telegram è l’applicazione più affidabile.Sicurissimo, quindi, scambiarsi comunicazioni in una chat, purché sia segreta.

Le chat private utilizzano un sistema di crittografia basata su scambio di chiavi Diffie-Hellman, che non lasciano tracce. Se utilizzata “in chiaro” invece, la App registra i dati su un server.

Telegram accetta uno o più utenti contemporaneamente, permettendo la creazione di gruppi e l’interazione attiva e sicura, compreso lo scambio di foto e file e quindi prestandosi ad un utilizzo lavorativo di livello elevato. Un’altra App gratuita di messaggistica istantanea che ha nella protezione della privacy degli utenti il suo punto di forza è Shado. A metà strada tra snapchat e una chat random, è un servizio social che utilizza un protocollo capace di rendere illegibili i messaggi mentre viaggiano in rete. Foto e testi sono conservati solo per un tempo prestabilito. Esiste anche la possibilità di mettersi in contatto con utenti che condividono gli stessi interessi, entrando in chat pubbliche o private dove si dialoga di determinati argomenti, con la certezza che non resterà traccia delle conversazioni intrattenute.

Un buon compromesso per chiamate e messaggi è l’App SIGNAL per iOS che trova in Android Red Phone e TextSecure i suoi omologhi. Un servizio completo di cifratura totale delle chiamate vocali, per un’applicazione totalmente gratuita che si basa su un codice open source, ovvero controllabile e implementabile da chiunque lo voglia e sia in grado di farlo. Dopo l’istallazione, il sistema verifica il numero di telefono con un codice. In seguito il servizio è attivo e visibile solo a chi, tra i contatti in rubrica, lo utilizza. Molto diverso e molto più sicuro dell’usatissimo Whatsapp, che con l’ultimo aggiornamento introdotto di recente permette le chiamate vocali, allineandosi ai servizi che già altri sistemi fornivano in maniera eccellente da tempo, come ad esempio Wechat. 

Blog di: 
Alessia Chinellato
Ultimi articoli da questo blog

Uno stop, per calmierare il tempo passato on line. Anche Facebook corre ai ripari dopo i cugini Apple e Google, introducendo strumenti per monitorare il tempo trascorso on line.

Esiste un confine tra visibile e invisibile, dove la materia e lo spirito, che ci appaiono così separati e lontani tra loro, coesistono in perfetta armonia?

Olografo. Firmato. Depositato. Questo era, in tre parole, il testamento. Tanto bastava. Per salvaguardare il patrimonio materiale del de cuius. Ma: c’è altro. L’eredità eterica. Ciò che ha lasciato nel cloud.