Se l’outing sbanca Twitter

Due milioni di follower in quattro ore, battendo perfino il Presidente degli Stati Uniti, Obama. E’ mai possibile? Si. 

A @Caitlyn_Jenner, 65 anni, ex medaglia d’oro ai giochi olimpici del 1976 nel decathlon sono bastati 140 caratteri di outing - rivelando la sua nuova identità di donna- per sbancare il social che cinguetta.

L’impatto su Twitter è stato violentissimo, con oltre 260.000 retweet della sua semplice affermazione “Sono felice dopo una così lunga lotta di poter vivere la mia vera me stessa. Non vedo l’ora che voi tutti possiate conoscermi”.

Seguita da un’intervista esclusiva su Vanity Fair l’ex Bruce Jenner, osannato per 40 anni come il tipico eroe americano, è stato ancora una volta capace di vincere: in un’America a tratti bigotta, non ha avuto timore di mettersi a nudo, affermando che a cambiare era solo l’involucro e non la sostanza.

Icona ieri, simbolo oggi. Le scelte personali riguardo il suo apparire non sminuiscono infatti le sue glorie olimpiche. 

Chissà se @GeneralMills, la società per la quale faceva pubblicità, la terrà ancora come testimonial, nonostante il suo radicale cambiamento. Sarebbe un’opportunità da cogliere al volo, perché il pubblico cui il brand si rivolge è vastissimo, eterogeneo e disposto ad accettare le differenze di genere. Il mondo cambia, ma Caitlyn resta sempre –nell’immaginario collettivo - l’atleta famoso, capace con sudore e sacrificio, di raggiungere la vetta più alta del podio. 

Blog di: 
Alessia Chinellato
Ultimi articoli da questo blog

Nata dall’idea di 4 sviluppatori milanesi, nasce l’App per trovare la Chiesa più vicina, dove si recita Messa. Niente di più azzeccato, in questo periodo vacanziero. In cui, pure, la Fede è importante, per i credenti.

Sono passati 30 anni dall’invenzione del world wide web. Che ha cambiato la vita di tutti noi. Volenti o nolenti. Il primo browser, ossia lo strumento per sfogliare le pagine web.

E' possibile trovare l'anima gemella? Certamente... basta conoscere bene il linguaggio dell'universo femminile e quello del mondo maschile, due mondi agli antipodi che parlano linguaggi totalmente differenti.