#Pasqua al museo

Il vecchio adagio recita: "Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi".

Molti di noi trascorreranno questa festa in famiglia, magari nei luoghi natii. L'88% di chi parte resterà comunque in Italia: Roma, Firenze, Venezia e Milano le mete più agognate. Moltissimo traffico, quindi, sulla rete viaria nazionale, tanto che l'Anas ha lanciato una App gratuita - VAI Anas Plus - per monitorare in tempo reale l'andamento del traffico su strade e autostrade.

Ottima alternativa è Michelin navigation, che, inserito il punto di partenza e di arrivo, fa scegliere in totale autonomia quale strada percorrere, optando magari per quella meno breve, ma con maggiori attrazioni paesaggistiche.

#Navmii funziona praticamente allo stesso modo, ma permette di scaricare prima della partenza, previo acquisto, le mappe di tutte strade e autostrade, anche estere, in modo da rendere l'utente autonomo anche fuori dai confini nazionali, dove magari la connessione a Internet per qualche intoppo nel roaming, potrebbe essere assente. Anche @Quattroruote ha una applicazione dedicata, QApp, in grado persino di avvertire, se opportunamente impostata, degli eventuali ingorghi, permettendoci di anticipare o posticipare le partenze e i rientri. Esiste, poi, Waze, il notissimo navigatore interattivo, dove ogni utente può aggiornare - in tempo reale- le informazioni relative alle criticità eventualmente incontrate. Giova rammentare che il traffico pesante resterà interdetto fino alle ore 22.00 del Lunedi dell'Angelo.
Una volta giunti a destinazione, una gradita sorpresa. Molti musei, gallerie, siti archeologici e giardini resteranno aperti gratuitamente. 

E' possibile collegarsi al sito - in continuo aggiornamento- http://www.beniculturali.it/ per scoprire cosa andare a visitare e gli orari di apertura. Proprio una bella idea per nutrire la mente dopo la grande abbuffata pasquale, che certamente non ci faremo mancare. Un po' di cultura non ha mai fatto male a nessuno e ci aiuterà a digerire, scoprendo le meraviglie che magari abbiamo a un passo da casa, ma che ignoriamo.
 

 

Blog di: 
Alessia Chinellato
Ultimi articoli da questo blog

Esiste un confine tra visibile e invisibile, dove la materia e lo spirito, che ci appaiono così separati e lontani tra loro, coesistono in perfetta armonia?

Olografo. Firmato. Depositato. Questo era, in tre parole, il testamento. Tanto bastava. Per salvaguardare il patrimonio materiale del de cuius. Ma: c’è altro. L’eredità eterica. Ciò che ha lasciato nel cloud.

Par condicio: anche sui social. Pure le suore potranno avere un profilo Facebook. Persino quelle di clausura, purché lo usino con discrezione e sobrietà. Discrezione: basta avere un profilo chiuso, magari senza foto e impicciarsi degli affari altrui evitando di condividere cose personali.