Capodanno: come gestire l'amante senza danni

Un altro Anno. Tutti in ghingheri, ad aspettare un futuro che verrà, possibilmente migliore. Tutti, inevitabilmente, con uno smartphone in mano. Se c’è un altro o un’altra in una vita coniugale tutto sommato collaudata, attenzione a non farsi scoprire. In questi giorni di festa, fatti di vicinanze forzate, siamo meno attenti e più vulnerabili. Tra un piatto di lenticchie e un brindisi è facile perdere di vista il telefonino. E uno studio (AstraRicerche) rivela che nell'ultimo anno un milione e settecentomila italiani si sono fatti cogliere in flagrante sul telefonino.

Ecco qualche piccolo accorgimento per evitare che la fine dell’anno diventi una via crucis.

Inutili i codici a protezione dello schermo touch; persino le impronte digitali sembrano bypassabili se un bravo hacker è riuscito a sbloccare un mobile phone utilizzando una riproduzione fotografica del calco dell’indice del legittimo proprietario. 

Premesso che all’amante non va mai chiesta l’amicizia su Facebook perché è il primo posto dove il nostro compagno di vita andrebbe a cercare, è bene – in questi giorni di festa – bloccare l’altra o possibile tale su tutte le chat alle quali ci si è iscritti o addirittura cancellarsi.

Niente telefoni in modalità silenziosa o rivolti verso il basso, nessuna lunga sosta in bagno per chiamate sussurrate. Se dovete registrare il numero del vostro amore parallelo, dategli un nome banale. 

Quando la storia è seria e gli auguri sono inevitabili, si può utilizzare whatsapp message scheduler: il sistema permette di mandare messaggi scritti in precedenza ad orari programmati. Niente sms: se qualcuno ancora li usa, allora auto sms potrà inviarli all’ora che decideremo.

Secret love è una App che a prima vista sembra una banalissima applicazione per prendere appunti, ma cela un’area segreta dove scambiarsi messaggi, con un complicato sistema di password. Amante felice, moglie tranquilla.

Carichi di adrenalina per quel bicchiere in più, tra un ballo e un bacio beneaugurante sotto il vischio con il legittimo consorte, concluderemo senza rischi i riti ameni del Capodanno. E, se proprio non ce la fate più, lascaitevi scoprire e iniziate da capo!

Auguri!

Blog di: 
Alessia Chinellato
Ultimi articoli da questo blog

Uno stop, per calmierare il tempo passato on line. Anche Facebook corre ai ripari dopo i cugini Apple e Google, introducendo strumenti per monitorare il tempo trascorso on line.

Esiste un confine tra visibile e invisibile, dove la materia e lo spirito, che ci appaiono così separati e lontani tra loro, coesistono in perfetta armonia?

Olografo. Firmato. Depositato. Questo era, in tre parole, il testamento. Tanto bastava. Per salvaguardare il patrimonio materiale del de cuius. Ma: c’è altro. L’eredità eterica. Ciò che ha lasciato nel cloud.