Bergoglio, Papa #Social

Domenica delle Palme: per i credenti è stata una giornata importante, ricordando l'entrata di Gesù a Gerusalemme, salutato da persone festanti, con rami di ulivo in mano. 

Per gli altri, domenica di sole dedicata alla prima scampagnata al mare, oppure alle ultime discese sugli sci. In un anno che non ha visto grandi numeri quanto a presenze nella città eterna (visitatori in calo del 4% rispetto al 2015, mentre continua ad essere molto debole il traino del Giubileo e per la Pasqua si prevede un – 5%) la macchina organizzativa vaticana sta cercando di correre ai ripari.

Dopo Facebook e Twitter, il pontefice è approdato il 19 marzo scroso su Instragram, l’applicazione fotografica on line che ha conquistato fotografi e appassionati di racconti quotidiani per immagini. L'account @Franciscus ha immediatamente sbancato, superando starlette o presunte tali. Selfie con bocche impegnate in baci imposti archiviate per un Bergoglio inginocchiato in preghiera. Seguitissimo su Twitter, dove con @Pontifex ha più di 25 milioni di seguaci, l'entourage del pontefice - quest'anno - ha scelto di inviare il proprio messaggio per la quaresima su Telegram. Chat alternativa a Whatsapp e molto difficile da decriptare, tanto che è usata correntemente dagli appartenenti all'IS, Telegram permette di inviare file, creare chat segrete, che non lasciano traccia sui server per le quali passano, e condividere su gruppi ad hoc momenti come la preghiera.

A detta del Papa, con questo nuovo approccio eterico, "Inizia un nuovo cammino, in Instagram, per percorrere con voi la via della misericordia e della tenerezza di Dio” . Per comunicarlo, il messaggero di Dio, ha usato Twitter. Poteva forse essere altrimenti??

Blog di: 
Alessia Chinellato
Ultimi articoli da questo blog

Nata dall’idea di 4 sviluppatori milanesi, nasce l’App per trovare la Chiesa più vicina, dove si recita Messa. Niente di più azzeccato, in questo periodo vacanziero. In cui, pure, la Fede è importante, per i credenti.

Sono passati 30 anni dall’invenzione del world wide web. Che ha cambiato la vita di tutti noi. Volenti o nolenti. Il primo browser, ossia lo strumento per sfogliare le pagine web.

E' possibile trovare l'anima gemella? Certamente... basta conoscere bene il linguaggio dell'universo femminile e quello del mondo maschile, due mondi agli antipodi che parlano linguaggi totalmente differenti.