Ma ora serve mettere in sicurezza la Sanità

  • Maurizio Guandalini

E’ bene votare come ritornare negli stadi. Scrollarci le paranoie da strizza è un atto fecondo. Saziante per chi cerca di ricollocare l’ansia del presente. C’entra poco l’affluenza. I referendum non appassionano, nemmeno chi vuole dare un colpo alla casta dei politici. Mentre per gli avvenimenti sportivi, come per gli spettacoli, occorre potenziare l’afflusso. Attendere oltre è un colpo alla testa. Al già precario equilibrio ansiogeno da Covid-19. In Germania, Francia, Spagna, Gran Bretagna cresce l’onda di nuove chiusure. Zone rosse. L’infettivologo Bassetti è convinto che in Italia il lockdown non ritornerà mai più. Se così fosse siamo in vantaggio competitivo rispetto alle altre nazioni. Ma per agire e ragionare in tranquillità è necessario mettere in sicurezza la  Sanità. Che, per chi si è perso, dopo il cancan dei mesi scorsi, è abbandonata a se stessa. E non siamo crudeli o straordinariamente catastrofici nel dirlo. Le strutture stanno ancora viaggiando in pieno protocollo covid. Che vuol dire continuare a dedicarsi, poco o nulla, alle altre, tante, malattie gravi, centellinando visite e interventi. Ritardi che aggravano patologie in corso fino a mettere in pericolo la vita dei pazienti. Il personale nei reparti è scarso.  Spaventato dal virus e appesantito da ruoli non loro. Negli ospedali i parenti non possono recarsi a trovare i propri cari. “Consegni” il famigliare all’ingresso e non lo vedi fino a quando è dimesso. La sola comunicazione è via cellulare.  Situazione emergenziale che aggrava la solitudine dei malati fino a rallentare le possibilità rapide di ristabilimento. Ci chiediamo perché i soldi del Mes (37 miliardi per l’Italia alla Sanità) sono congelati a Bruxelles. Non mi stupisco del vattelapesca italico, l’indifferenza tono su tono ai danni del referendum sulla riduzione dei parlamentari. Interpellateci su questo, su chi schifa i denari per costruire nuovi pronto soccorso ed elargisce reddito di cittadinanza a pioggia, ai detenuti per mafia o a nullatenenti col Rolex.

MAURIZIO GUANDALINI

Articoli Correlati
Maurizio Guandalini

Il format delazioneusato anche per l'evasione

L'opinione di Maurizio Guandalini
Maurizio Guandalini

Mascherine, il controllonon sarà semplice

L'opinione di Maurizio Guandalini
Maurizio Guandalini

L'euroscettico BoJoimpantanato nella transizione

L'opinione di Maurizio Guandalini