De Sfroos tornano insieme per il loro “Manicomi”

  • Musica

MUSICA Dopo 25 anni, i De Sfroos tornano per ripubblicare il loro primo album storico “Manicomi” rimasterizzato negli studi della RSI Radiotelevisione svizzera.

Se da oggi il disco è in pre-order su iTunes e pre-save su Spotify al link desfroos.lnk.to/Manicomi_Pre, dal 25 settembre l'album sarà disponibile in formato cd e deluxe/limited edition (doppio vinile + cd) nei negozi tradizionali, oltre che su tutte le piattaforme streaming e in digital download.  

L’album contiene 15 brani rimasterizzati che faranno rivivere le storie dei celebri personaggi come Anna, Lo Sconcio, Zia Luisa, Nonu Aspis e tanti altri. Immagini e storie di figure, in parte realistiche e in parte cinematografiche, che offrono ancora oggi spunti di riflessione su delicate tematiche tra cui il trascorrere del tempo, la guerra, il disagio psichico, la rivalsa dei diversi, la vendetta degli screditati.

 

Nelle canzoni che compongono “Manicomi” emerge quello che era lo stile tipico dei De Sfroos - Davide Van De Sfroos, ovvero Davide Bernasconi, Alessandro Frode (Alessandro Giana), Didi Murahia (Arturo Bellotti) e Lorenzo Mc. Inagranda (Lorenzo Livraghi) - che si contraddistinguevano per l’uso naturale del dialetto come stimolo antropologico ed emotivo. L’obiettivo era far parlare più del dialetto che in dialetto.

Il disco è dedicato a Marcu De La Guasta (Marco Pollini), uno degli storici componenti della band venuto a mancare nel 2017.

Il cofanetto deluxe/limited edition è disponibile anche in versione autografata sul sito https://musicfirst.it/750-de-sfroos-manicomi.

METRO

Articoli Correlati

Jamil si raccontain “Rap is Back”

Uscirà domani il sesto album del rapper veronese, dieci brani più personali e romantici scritti da lui stesso

Aspettando l’album Gazzelle presenta “Destri”

Da venerdì in vendita, il brano anticipa l’uscita del terzo album del cantautore romano

Laura Pausini con Mikaper I Love Beirut

L'artista romagnola si collegherà sabato dal Colosseo per cantare “Tra te e il mare” nel concerto ideato dal suo collega libanese