In Italia ancora 3,5 milioni di auto Euro 0

  • AMBIENTE

MOBILITA'. Scatteranno dal 1° di agosto gli incentivi statali per l’acquisto di autovetture Euro 6 – il cosiddetto Ecobonus, contenuto nel Decreto Rilancio -, una novità importante che potrebbe aiutare a svecchiare un parco auto nazionale che non gode di ottima salute. Secondo l’elaborazione di Facile.it, realizzata su dati ufficiali del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, infatti, nei registri della motorizzazione risultano ancora iscritte 3.327.113 automobili Euro 0, corrispondenti all’8,4% del totale vetture ad uso privato in circolazione.

E il quadro peggiora ulteriormente se si allarga l’analisi. Considerano le automobili Euro 0-1-2-3 si arriva, in totale, a circa 13,4 milioni; vale a dire che un terzo della auto potenzialmente in strada (34%) ha 15 anni o più di anzianità. Un danno non solo per l’ambiente e per la sicurezza stradale, ma anche per le tasche dei proprietari; secondo le simulazioni di Facile.it, assicurare un veicolo Euro 3 del 2005 può costare fino al 156% in più rispetto allo stesso veicolo, nella sua versione euro 6, immatricolato nel 2020.

A livello territoriale maglia nera d’Italia è la Campania, che da sola conta 503.000 auto private Euro 0, corrispondenti al 14% di quelle presenti nella regione.

Articoli Correlati

Pneumatici fuori uso,raccolta anche con la crisi

La raccolta dei PFU (Pneumatici Fuori Uso) da parte di Ecopneus non si è mai fermata in Italia, nonostante la crisi da coronavirus

Blitz di Greenpeacea Bruxelles

Nel mirino le politiche energetiche della Ue