Inzaghi scaramantico «Obiettivo Champions»

  • Campionato

CALCIO «La vittoria contro la Fiorentina è stata fondamentale, adesso dovremo recuperare energie mentali e fisiche, nonostante il poco tempo a disposizione. Il calendario è stato finora difficile, ma questo vale per tutte le squadre. Partita dopo partita miglioreremo la condizione, conteranno gambe e testa, rimanendo lucidi come in occasione della partita di sabato». Parole di Simone Inzaghi, queste, in vista della sfida di stasera a Torino contro i granata di Longo in cerca, ora più che mai, specie dopo il brutto ko col Cagliari, di punti salvezza (ore 19.30, arbitra Massa). E aggiunge, Inzaghi: «La squadra ha dimostrato di avere tanto cuore di rimanere nelle zone alte della classifica. La vittoria contro i viola ci ha avvicinato al nostro grande obiettivo, che è la Champions League, ora dobbiamo conquistare la matematica certezza». Scaramanzia? Probabile. La Vecchia Signora è davanti “solo” 4 punti, neulla è impossibile, davvero. Coraggio.
Quanto al Torino, bisogna fare i conti, a proposito di energie da recuperare, con lo stato di salute della squadra. Inzaghi spiega: «Cataldi verrà con noi, è generoso, vuole esserci ma non è pronto per giocare. Vedremo se lo potrà fare per una parte di gara. Marusic non è ancora pronto per giocare dall’inizio. Valuteremo Correa, si è mosso meglio. Valuteremo anche le condizioni di Caicedo e Immobile. Degli altri, speriamo di recuperarli per il Milan».

METRO

Articoli Correlati

Inter-Torino, si studianoConte e Longo

Attenzione ai calci piazzati: è l'imperativo che entrambi i tecnici cercano di trasmettere ai rispettivi giocatori

Marotta, amarezza Inter«Il Toro distratto, sia sereno»

L'ad dell'Inter punta sull'Europa League, ormai. E ha qualcosa da dire su Martinez. E pure su Eriksen

Sarri litigarello«ma solo con Higuain»

Così il tecnico juventino alla vigilia della sfida con il Diavolo