Dalla Sicilia il bistrot che nasce dai libri

  • wwworkers.it

Wwworkers è la community dei lavoratori della rete, dipendenti o imprenditori che operano con le nuove tecnologie e che si raccontano su wwworkers.it e su Metro

Un bistrot, una libreria indipendente, una bottega, un concept store di prodotti di artigianato e di cosmetica. E soprattutto un viaggio dentro la Sicilia. Questa è Liccamuciula, tante cose in uno e tra tutte un gioiello imprenditoriale inserito in un altro naturale e paesaggistico. Siamo a Marzamemi, frazione marinara del comune di Pachino, ad una ventina di chilometri da Noto, capitale del barocco conosciuta in tutto il mondo. Così in questa provincia siracusana una donna ha deciso di fare impresa e comunità. «Il nome nell'antico dialetto del Siracusano indica la persona golosa. Precisamente muciula significa “scodella” ed è quello che ero io da piccolina. L'anima del luogo è un libro. e la libreria indipendente è il fulcro di tutto perché io sono un po’ fissata con i libri. I nostri piatti sono da romanzo, così anche nei nostri menù facciamo entrare il libro. In cucina i cuochi lavorano su queste suggestioni», racconta Barbara Fronterrè, un passato da ricercatrice e una laurea in lettere classiche. «Sono un’agiografa, da sempre interessata alle vite dei santi. Ho iniziato a lavorare nella ricerca con il desiderio di restare nella mia terra e non partire», puntualizza Barbara.
Ma se l’avventura di impresa è partita in solitaria, presto si è arricchita del contributo di tanti. E in testa quello della comunità, anche grazie al racconto social, soprattutto su Instagram. Prima dell’inevitabile blocco del lockdown, in piena stagione, Liccamuciula contava ventiquattro collaboratori. «La crisi legata al Covid-19 ci ha permesso anche di riparare ferite precedenti, di scommettere sul gioco di squadra, di pensarci come comunità. E il futuro è da vivere. Noi stiamo dando il massimo, stiamo scrivendo nuove pagine di questo romanzo ma la trama è in divenire».

Giampaolo Colletti
@gpcolletti
 

Articoli Correlati

Designer al lavoro sulle noci di cocco

La storia raccontata su Metro e wwworkers.it

Il fast-food che nasce dallo storico pane di Pavia

La storia raccontata su Metro e www.workers.it

Dalla Toscana l’olio del frantoio hi-tech nel mondo

La storia raccontata su Metro e www.workers.it