Una mula "sterile" partorisce un puledro

  • viterbo

Una mula fecondata da un asino Amiatino ha dato alla luce un puledro maschio nella zona rurale di Tuscania in provincia di Viterbo: i ricercatori hanno avviato uno studio per comprendere come sia stato possibile. «Si tratta infatti di un fenomeno molto raro - sottolinea il professor Monaci -: il mulo è la prole ibrida tra una cavalla e un asino e dovrebbe essere sterile, ma non in questo caso». La mula Tuona e il suo puledro Quarantena (è nato durante l'emergenza COVID-19) insieme al padre Lampo sono diventati un’attrazione locale e sono stati tanti i curiosi che hanno reso omaggio alla nascita della rara creatura. «Un cavallo ha 64 cromosomi e un asino ne ha 62, quindi un mulo rimane con 63, numero irregolare che non può essere diviso in coppie: ciò dovrebbe impedire a un mulo di riprodursi», aggiunge il professor Capomaccio. «Stiamo indagando con tecnologie all’avanguardia le cause della inusuale gravidanza a livello molecolare».