Addio lockdown, da oggi spostamenti anche tra regioni

  • coronavirus fase 2

Addio autocertificazione: il lockdown da coronavirus sta finendo del tutto, da oggi sarà possibile spostarsi, senza limitazioni, tra le regioni e saranno possibili, senza quarantena, i viaggi da e per i Paesi Ue, Schengen e Regno Unito. I viaggi verso questi Paesi sono naturalmente condizionati dalla reciprocità delle condizioni con i singoli Stati.  Seconde case da oggi saranno raggiungibili ovunque, così come le isole minori. Alberghi, bed and breakfast e case vacanza sono prenotabili.  Resta ovviamente l'obbligo di rimanere presso il proprio domicilio per chi è in quarantena e per chi ha un'infezione respiratoria con febbre superiore ai 37,5 gradi.

Auto e moto. Immutate le regole per la circolazione in auto e moto. Nelle stessa vetture potranno tranquillamente stare gli appartenenti allo stesso nucleo familiare ma se non si è congiunti allora subentrano limitazioni: massimo due persone (3 in caso di auto a tre file di posti), con l'autista ovviamente al posto di guida e il passeggero sui sedili posteriori. Entrambi dovranno avere la mascherina. In moto il passeggero, non essendo possibile il mantenimento della distanza, può essere solo un convivente.    

Treni. Da oggi nelle stazioni ferroviarie italiane dell'alta velocità diventa obbligatoria la misurazione della temperatura corporea per tutti i passeggeri che si mettono in viaggio sui treni della media e lunga percorrenza, AV e InterCity.  Il provvedimento, si legge in una nota, aggiorna le linee guida stabilite dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e si aggiunge alle varie azioni intraprese per il contenimento del Covid-19. Tra queste ingressi e percorsi dedicati e distanziamento interpersonale.     Dal 3 giugno a chi si sposta con i treni Alta Velocità e InterCity, nel caso sia rilevata una temperatura superiore ai 37,5° C non sarà consentito l’accesso a bordo. Il Gruppo Fs Italiane raccomanda "ai viaggiatori di presentarsi in stazione per tempo, in anticipo rispetto alla partenza del proprio treno, per consentire un agevole svolgimento dei controlli senza determinare assembramenti. Dal 3 giugno diventano 80 le Frecce e 48 gli InterCity in circolazione sulle principali direttrici del Paese, insieme a 4.653 corse regionali".

Mascherine. Anche per l'uso della mascherina la regola rimane la stessa. Sempre obbligatoria in caso di assembramenti o al chiuso, rimane l'obbligo di portarla anche all'aperto in alcune regioni: Lombardia, Trentino, Friuli Venezia Giulia, Campania e nel comune di Genova.

Assembramento. Resta anche il divieto di assembramento e l'obbligo di mantenere una distanza di almeno un metro. E' consentito l'accesso ai parchi, è consentita l'attività motoria nel rispetto di una distanza di sicurezza di almeno due metri. Sono possibili le manifestazioni in forma statica con distanziamento. Dal 15 giugno prendono il via anche i centri estivi per i minori. Sempre dal 15 giugno ripartono, con limitazioni di capienza e di distanza, cinema, teatri, concerti, anche al chiuso.

Limitazioni. Le messe, i funerali, le visite ai musei e ai luoghi di cultura, le attività degli stabilimenti balneari e delle strutture ricettive, le attività di bar, ristoranti, barbieri, parrucchieri continuano ad essere possibili con limitazioni di distanziamento derivanti dai protocolli di sicurezza. Restano sospese le frequenze scolastiche e universitarie.  

Articoli Correlati
coronavirus fase 2

Bankitalia: con ricadutain Italia crollo Pil a -13%

Scenario Bankitalia: crollo del Pil al 9,2% per il 2020. Ma esiste una previsione più drammatica...
coronavirus fase 2

Un braccialetto hi-techper il distanziamento sicuro

Arriva Dist-i, braccialetto high-tech per il distanziamento sicuro: vibra, suona e si illumina se necessario
coronavirus fase 2

Conte: "Le somme dalla Uesono una risorsa per l'Italia"

Conte: "Serve progetto lungimirante. Convocherò a palazzo Chigi tutti i principali attori del sistema produttivo"