Per le spiagge c'è Sunsafe Il progetto di uno studio romano

  • coronavirus fase 2

Gli stabilimenti balneari? Ai tempi del Coronavirus vanno ripensati e riconfigurati al fine di rispettare le distanze tra gli utenti. Un progetto innovativo è stato realizzato dallo studio romano di allestimenti Linee Alterne, capitanato da Maurizio Proietti  in collaborazione con due giovani ingegneri trentenni,  Luisa Scambia e  Gianluca Proietti.

Progetto. Il progetto, che si chiama Sunsafe, vuole rivitalizzare gli spazi collettivi con un approccio sostenibile che, studiato in connessione al microclima e alle esigenze commerciali, massimizza il numero di postazioni e garantisce il comfort degli utenti. Nel caso dell'applicazione in spiaggia, ad esempio, l'aumento di superficie pro capite per l'istallazione in spiaggia, é inferiore al 10% rispetto al tradizionale sistema ad ombrelloni, attestandosi su 4,3 mq a postazione contro i 3,9 mq a postazione degli ombrelloni tradizionali. Il sistema è modulabile e personalizzabile per adattarsi a diverse tipologie di spiagge o aree esterne. SunSafe coniuga materiali tradizionali ed innovativi con particolare attenzione alle specifiche tecniche, economiche, ambientali e di igienizzazione.

 

 

Articoli Correlati
coronavirus fase 2

Bankitalia: con ricadutain Italia crollo Pil a -13%

Scenario Bankitalia: crollo del Pil al 9,2% per il 2020. Ma esiste una previsione più drammatica...
coronavirus fase 2

Un braccialetto hi-techper il distanziamento sicuro

Arriva Dist-i, braccialetto high-tech per il distanziamento sicuro: vibra, suona e si illumina se necessario
coronavirus fase 2

Conte: "Le somme dalla Uesono una risorsa per l'Italia"

Conte: "Serve progetto lungimirante. Convocherò a palazzo Chigi tutti i principali attori del sistema produttivo"