Crew Dragon, Elon Musk riporta gli Usa nello spazio

  • Spazio

Si chiama Demo-2 ed è la prima missione Nasa della storia che vede partecipare un privato e la prima, dall’82, con due soli astronauti. Mercoledì pomeriggio alle 4,33 locali, le 22,33 ora italiana, dalla base Nasa di Cape Canaveral di Orlando, Florida, verrà lanciata la capsula Crew Dragon con due uomini a bordo, il cui compito sarà attraccare al modulo Harmony della Stazione Spaziale Internazionale. E’ un volo di prova ma che segnerà un evento straordinario: sarà la prima missione della Nasa con protagonista una società spaziale privata, la SpaceX di Elon Musk, il miliardario di origine sudafricana co-fondatore della Tesla, che produce auto elettriche. 

Shuttle. L’ultimo viaggio tra le stelle risale all’8 luglio 2011 quando lo Space Shuttle Atlantis chiuse l’epopea della celebre navetta durata più di 29 anni. Il lancio, a cui assisterà di persona il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, avverrà dalla storica Pad 39A da dove sono decollate le missioni Apollo e degli Space Shuttle. A bordo della capsula saliranno due veterani: Bob Behnken, 49 anni, ingegnere meccanico alla Nasa dal 2000, e Doug Hurley, 53 anni, già due missioni con lo Shuttle, a cui spetterà il compito di pilotare la Crew Dragon. La capsula viaggerà a una velocità di 27 mila chilometri orari. Al computer di bordo spetterà il compito di gestire l’avvicinamento e l’attracco alla stazione spaziale. La Nasa non ha indicato la durata precisa della missione, ma dovrebbe andare da un minimo di 30 a un massimo di 110 giorni.

Musk. Musk ha chiesto grande visibilità perché il ritorno d’immagine sia garantito in un’operazione costata, solo per realizzare la capsula, più di 100 milioni di dollari, ma che con gli investimenti della Nasa supera i 4 miliardi. I due astronauti arriveranno alla rampa di lancio a bordo dell’ultimo modello della Tesla Model X, auto elettrica con portiere che si aprono dal basso in alto, come ali di falco, e prezzo base 80 mila euro. Il sogno di Musk va, però, oltre ardite operazioni di marketing: l’obiettivo è portare in futuro le persone in orbita attorno alla luna e realizzare, un giorno, città marziane popolate da milioni di persone, come in un romanzo di fantascienza di Ray Bradbury.

Articoli Correlati

Nella Via Lattea ci sono6 miliardi di Terre

The Astronomical Journal: Nei confini della nostra galassia potrebbero esistere 6 miliardi di pianeti simili alla Terra

Impulsi da altre galassie,trovato un nuovo schema

Per la seconda volta gli astronomi hanno rilevato uno schema nei misteriosi impulsi radio veloci, o Frb, collegati a una galassia a 3 miliardi di anni luce

Crew Dragon fa la storiaGli Usa tornano nello spazio

Crew Dragon, costruita dalla SpaceX di Elon Musk, lanciata da Cape Canaveral