Il Piemonte pronto a chiudere

  • TORINO

TORINO Se la Lombardia chiude, il Piemonte potrebbe associarsi. Lo ha fatto capire il governatore Alberto Cirio che è disposto a irrigidire le disposizioni pur di uscire presto dall’emergenza Corovairus.

«Se il governo deciderà che la Lombardia farà questo passo, credo che anche il Piemonte dovrà in qualche modo essere compreso», spiega, parlando dell’opzione di fare richiesta di misure più rigide già sottoposta all’unità di crisi e al comitato scientifico regionale, e trasmettere il parere al governo.

Contagi a quota 552
I contagi sono saliti a 552, 77 di questi in terapia intensiva e 20 decessi. A preoccupare sono soprattutto le strutture sanitarie: diverse le raccolte fondi lanciate per sostenerle, in prima fila Luciana Littizzetto a favore dell’unità di crisi regionale per la campagna “Riprendiamo fiato” e anche il calciatore della Juve, Federico Bernardeschi, che vuole sostenere l’ospedale Humanitas Gradenigo. In parallelo è stato aperto il bando di manifestazioni di interesse per la formazione di elenchi di medici disponibili a prestare assistenza nelle Asl. Fuori dagli ospedali si lavora per limitare i disagi per tutti.

La Giunta torinese ha approvato la delibera per sospendere tutte le utenze non domestiche del pagamento delle due rate Tari. E le conseguenze delle misure non si fanno mancare: ieri la città appariva vuota, e in metropolitana, il calo è stato del 60%. La media è di 55mila passeggeri sulle 150mila precedenti, come detto da Gtt che ha deciso di sospendere il servizio notturno di venerdì e sabato sera. Sono stati ridotti anche i mezzi in superficie, da 800 a 600 che consentono comunque di evitare l’assembramento.

Stretta sui controlli
Nel primo giorno del decreto in vigore i carabinieri hanno denunciato 21 persone solo nel Torinese che sono stati sorpresi a spostarsi senza motivazioni valide, l’altra notte invece la polizia si è imbattuta in un 30enne rumeno che, nel quartiere San Salvario, era in cerca di una prostituta.

CRISTINA PALAZZO

Articoli Correlati

Coronavirus, a Torinoè assalto ai supermercati

Sale a 482 il numero dei contagiati, venti fino a ieri le vittime del Covid 19

Salgono a 13 i decessi Prima vittima nel Torinese

I contagiati toccano quota 380, mentre 50 sono quelli in terapia intensiva

Piemonte diviso in due I medici: «Non basta»

L’Ordine chiede un’unica zona rossa. Contagiato anche il governatore Cirio dopo l'incontro col collega Zingaretti