Fiorenzo Grassi: «Il COVID ha messo in ginocchio l’Elfo»

MILANO Il teatro è in terapia intensiva per l’annullamento degli spettacoli fino al 3 aprile previsto dal decreto contro il diffondersi del coronavirus.  Fiorenzo Grassi, direttore del Teatro Elfo Puccini,  conta i danni e lancia il suo grido d’allarme. 

Quali e quanti sono gli spettacoli saltati? 
«Solo nelle nostre tre sale di corso Buenos Aires sono stati cancellati 5 spettacoli tra cui due prime nazionali attesissime come “Diplomazia” di Cyril Gely con Ferdinando Bruni ed Elio De Capitani e “Farfalle” su testo e regia di Emanuele Aldrovandi. Senza contare le altre 5 produzioni e coproduzioni in tour».

A quanto ammonta la  perdita economica? 
«Si tratta di una cifra superiore ai 250 mila euro:  avevamo un’aspettativa di 43 mila spettatori, comprese le tournée saltate a Lugano e a Losanna. È un danno veramente cospicuo per il nostro bilancio di 4 milioni di euro. Rischia di metterci in ginocchio». 

Come vi preparate a ripartire? 
«Devo dire una parola che mi rammarica molto, ma per noi la stagione è, ahimé, finita qui, essendo andati persi due mesi importanti come febbraio e marzo. Di certo, stiamo riorganizzando la stagione con il recupero, tra maggio e giugno, di alcuni degli spettacoli saltati. Il mio desiderio sarebbe mettere in scena, il 4 aprile, “Diplomazia”   per festeggiare anche con il pubblico in sala i 10 anni dell’Elfo Puccini che ricorrevano lo scorso 6 marzo».

In questa chiusura obbligata c’è almeno una nota positiva? 
«L’aver unito le forze tra i teatri milanesi. È nata  una chat dove noi addetti ai lavori dialoghiamo e ci scambiamo le circolari governative. Poi la vicinanza dell’Agis e l’entusiasmo del pubblico che ci incita sui social di “non mollare”.

ANTONIO GARBISA

Articoli Correlati

Il teatro e la danza si spostano sul web

Dallo Spazio Teatro No’hma alla Videoteca di Morando e alla Triennale al via gli spettacoli da fruire stando in casa

Antigone secondo Laura Sicignano

La regista firma lo spettacolo con la Moselli e Lo Monaco di scena al Carcano

Il Faust di Goethesecondo Tiezzi

Da stasera al primo marzo al Grassi “Scene da Faust”