David di Donatello, Bellocchio in pole position

  • Cinema

ROMA  Diciotto candidature per “Il traditore” di Marco Bellocchio, incluse le più importanti per miglior film e migliore regia, 15 per “Il primo re” di Matteo Rovere, 15 per “Pinocchio”, 11 per “Martin Eden”, solo per citare i film più carichi di nomination e quelli che corrono per il miglior  film e la migliore regia, insieme a “La paranza dei bambini” con tre candidature. Mentre per la migliore interpretazione femminile corrono Jasmine Trinca, Valeria Bruni Tedeschi, Isabella Ragonese, Lunetta Savino, Valeria Golino e Linda Caridi

Tra gli uomini, Toni Servillo, Alessandro Borghi, Pierfrancesco Favino, Luca Marinelli e Francesco Di Leva.

Vera sorpresa “Bangla” di Phaim Bhuiyan, figlio e interprete della seconda generazione di immigrati, che non è candidato solo per la  migliore regia di un esordiente ma  per la sceneggiatura originale, per la produzione e per la miglior canzone originale. Con un vincitore, quello per il David al miglior film straniero, già assegnato a “Parasite”, incredibile film del coreano Bong John Ho che ha fatto razzia agli Oscar.

«Sia chiaro che il risultato della votazione l'avevamo prima degli Oscar - spiega   Piera Detassis, presidente dell'Accademia David di Donatello - e quindi non c'è stato nessun effetto trascinamento». 

Il tutto in attesa della cerimonia di premiazione del 3 aprile, in una prima serata su Rai1 diretta da Carlo Conti  che  ringrazia «il cinema italiano che sta vivendo un nuovo fermento».

SILVIA DI PAOLA

Articoli Correlati

L'Ischia Film Festivalmanda i film in streaming

Aderendo alla campagna #iorestoacasa i migliori film presentati al festival saranno visibili online

Alfonso Cuaron svela il backstage di “Roma”

Dal 26 marzo il pluripremiato film sarà in Dvd con documentari e contenuti inediti

Niente a Michael Douglas Kirk lascia tutto in beneficenza

Kirk Douglas ha lasciato 50 milioni di dollari della sua eredità in beneficenza. Il figlio Michael resta a bocca asciutta