Un infarto ha stroncato Flavio Bucci

  • Cinema

ROMA Lo hanno ritrovato martedì mattina riverso sul pavimento della sua casa di Passoscuro, alle porte di Roma. È morto così Flavio Bucci, 72 anni.

A darne notizia, il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino, con un post su Facebook in cui lo ricorda come «un grande caratterista, di quelli che hanno fatto grande la cinematografia italiana».

La camera ardente sarà allestita domani, giovedì, al Teatro Valle di Roma dalle 10 alle 14.

Un attore immenso che si fece conoscere per la sua interpretazione di “Ligabue” di Salvatore Nocita, in onda su Rai1 nel ‘77.

Poi ancora cinema con, fra gli altri, Alberto Sordi ne “Il marchese del Grillo” di Monicelli,  “Caterina va in città” di Virzì e “Il Divo” di Sorrentino.

In teatro interpretò  “Opinioni di un clown” di  Böll, “Diario di un pazzo” di Gogol, “I giganti della montagna” regia di Mario Missiroli e molto altro.

Fu anche doppiatore prestando più volte la voce a John Travolta.

RaiPlay gli rende omaggio proponendo in home page lo sceneggiato del 1977 “Ligabue” che racconta la storia tormentata e visionaria del pittore naif Antonio Ligabue (1899-1965), che visse, prima di essere scoperto e celebrato, un'esistenza dolorosa segnata da solitudine e disagio psichico. Tra gli interpreti di questo sceneggiato biografico, oltre a Flavio Bucci nel ruolo di Ligabue, ci sono Pamela Villoresi, Giuseppe Pambieri e Alessandro Haber. 

RaiPlay ripropone anche “Don Luigi Sturzo”, del 1981, una miniserie televisiva in 3 puntate andata in onda su Rai1. Lo sceneggiato racconta la vita di uno dei più importanti protagonisti del cattolicesimo democratico del '900: don Luigi Sturzo, fondatore del Partito Popolare, antifascista, esule, ispiratore della Democrazia Cristiana. Interpretato da Bucci diretto da Giovanni Fago. Disponibile anche “Quer pasticciaccio brutto de via Merulana” del 1983, tratto dall'omonimo romanzo di Carlo Emilio Gadda, una miniserie in 4 puntate per la regia di Piero Schivazappa. Al centro dello sceneggiato le indagini del commissario Francesco Ingravallo, alle prese con il furto di gioielli della contessa Menegazzi e con l'omicidio della signora Balducci. Il commissario è interpretato da Flavio Bucci. 

Un altro titolo disponibile su RaiPlay è “Le due vite di Mattia Pascal” del 1985, versione televisiva integrale della rilettura de “Il fu Mattia Pascal” di Luigi Pirandello (1867-1936), realizzata da uno dei più importanti registi italiani del secondo '900, Mario Monicelli. “Le due vite di Mattia Pascal” andò in onda su Rai1 in due puntate della durata complessiva di 150 minuti il 9 e 10 settembre del 1990. Eccezionale il cast: oltre a Bucci ci sono Marcello Mastroianni e Laura Morante, mentre le musiche sono di Nicola Piovani. 

PATRIZIA PERTUSO

Articoli Correlati

L'Ischia Film Festivalmanda i film in streaming

Aderendo alla campagna #iorestoacasa i migliori film presentati al festival saranno visibili online

Alfonso Cuaron svela il backstage di “Roma”

Dal 26 marzo il pluripremiato film sarà in Dvd con documentari e contenuti inediti

Niente a Michael Douglas Kirk lascia tutto in beneficenza

Kirk Douglas ha lasciato 50 milioni di dollari della sua eredità in beneficenza. Il figlio Michael resta a bocca asciutta