«De André il film è un viaggio nel tempo»

  • Fabrizio De André e PFM Veltroni Ghezzi

CINEMA Per tutti i fan di Faber è un appuntamento da non perdere. Dal 17 al 19 febbraio arriva al cinema “Fabrizio De André e PFM. Il concerto ritrovato”, docufilm diretto da Walter Veltroni che racconta il magico incontro fra il cantautore genovese e il famoso gruppo rock. Al centro c’è il filmato del concerto di Genova del 3 gennaio 1979, rimasto nascosto per oltre 40 anni e ritrovato dopo una rocambolesca ricerca. Immagini girate con pochi mezzi e poche luci da Pietro Frattari, rigenerate per l’occasione, unica testimonianza visiva del celebre tour. La prima parte raccoglie i ricordi di chi c’era, la seconda punta sul live con classici come “La canzone di Marinella” e “Il pescatore” con arrangiamenti rock entrati nella storia.

«È un viaggio nel tempo, che racconta il clima sociale, politico e culturale dell’epoca. L’incontro di due diversità che genera meraviglia», spiega Veltroni. «Avevamo vestito le canzoni di Fabrizio una per una con grande cura. Ed eravamo un’entità unica» dicono Di Cioccio e Djivas della PFM.

«Sul palco c’era grande naturalezza – conclude Dori Ghezzi – E il film è così vero, fresco e sincero che non ho provato nostalgia».

Inoltre, il 18 febbraio, giorno in cui Faber avrebbe compiuto 80 anni, Sky Arte dedica al cantautore una puntata speciale del format “33 Giri – Italian Masters”.

 

 

DIEGO PERUGINI