«Venite con me a Skianto il mio mondo fantastico!»

  • Filippo Timi Skianto Rai 3

TELEVISIONE Due one man show in prima serata su Rai3 (il 13 e il 20 febbraio) e un omaggio a Fred Buscaglione. È “Skianto” by Filippo Timi, eclettico attore e autore.

Timi, ma cos’è questo “Skianto”?
«Skianto Sanremo ‘67 è uno show, ispirato al famoso Festival, una rivisitazione, con monologhi e canzoni. Ci siamo immaginati un Festival parallelo chiedendoci cosa sarebbe successo se in quel Sanremo Luigi Tenco non fosse stato escluso?».

Quanto c’è di suo?
«Il titolo: Skianto, come lo stupore che suscitano gli abbinamenti inconsueti, che ti fanno scoprire come le differenze stanno bene insieme. Poi alcune idee, ma è la prima volta che faccio un programma e mi sono appoggiato ai collaboratori.  Raphael Gualazzi, qui direttore musicale,  ha rielaborato e mixato canzoni come “Vita spericolata”, “Non ho l’età”... Ci sono Petra Magoni, Mario Biondi, Simona Molinari e altri big che reinterpretano pezzi storici in modo originale».

E domani sera avrà una guida doc.
«Sì, io  chiedo allo specchio “chi è il presentatore più figo del reame?” E Pippo Baudo compare come ospite da intervistare».

Per Skianto Fantastico Show, invece, il 20 febbraio, ci saranno anche Ornella Vanoni, Alba Parietti e Iaia Forte...
«Si sono prestate volentieri a ruoli inediti: la Vanoni, ad esempio, arriva in scena piena di tentacoli. Ci siamo divertiti a reinventare  Fantastico con balletti, ospiti, monologhi,  paillettes e lustrini da skianto».

E domani esce il suo “Skianto”, il disco  (per Sugar) omaggio a Fred Buscaglione.
«Mi sono aggrappato al lato più attoriale di Fred: l’idea è di Massimo Martellotta che mi ha dato il coraggio per affrontare dieci cover uniche».

 

 

ORIETTA CICCHINELLI