Mogol racconta Battisti al Teatro Dal Verme

  • Milano/Musica

MILANO La musica e il mondo di Lucio Battisti continuano ad affascinare il grande pubblico. Di ieri e di oggi. E, mentre su Spotify sono finalmente approdate le sue canzoni, non mancano le celebrazioni e i ricordi.

Stasera al Dal Verme arriva lo spettacolo “Emozioni. Viaggio tra le canzoni di Mogol e Battisti” (ore 21, da euro 23). Una storia, quella dell’artista di Poggio Bustone, profondamente legata a Milano. Fu proprio nella nostra città che avvenne il primo incontro tra lo storico autore di testi Mogol e un giovane Battisti e, sempre a Milano, i due fondarono l’etichetta discografica indipendente “Numero Uno”.

Sarà proprio un milanese doc come Mogol a tenere le redini di questo viaggio intimo e confidenziale, fra tanti aneddoti e curiosità, in cui si racconterà anche la genesi e la storia di classici come “Mi ritorni in mente”, “La Collina dei Ciliegi”, “Anima Latina” e tanti altri.

Oltre alla parole,  la musica, affidata a un’orchestra di 16 elementi e alla voce e alla presenza scenica di Gianmarco Carroccia, quasi un sosia del grande Lucio. 

In alternativa all’Auditorium San Fedele, per la rassegna di musica elettronica sperimentale e arti audiovisive “Inner_Spaces”, si terrà alle 18.30 una lezione a ingresso libero sull’esordio elettronico di Steve Reich a cura di Massimiliano Veil, seguita alle 21 dal concerto di Christian Fennesz, che presenterà un’elaborazione del suo ultimo album “Agora” (euro 10/15). 

 

DIEGO PERUGINI

Articoli Correlati

Il pop-punk dei Sum 41 al Lorenzini District

Domani sera la band presenterà dal vivo l’album “Order in Decline” uscito lo scorso luglio

Melanie Martineza tutto pop

Domani al Lorenzini District presenterà i brani tratti dall’ultimo album “K-12”

Al Blue Note sbarcauna serata di GalAx

Già tutto esaurito stasera il concerto di J-Ax per il nuovo cd “ReAle” che uscirà venerdì