Brexit, già scontro il bello verrà ora

  • Brexit

Comincerà adesso il “bello” della Brexit. Dopo l’addio di Londra all’Unione europea, i 27 si preparano infatti a negoziare con il Regno Unito i rapporti futuri: il capo negoziatore della Ue, Michel Barnier, farà il punto della situazione oggi sul calendario trattative che dovrebbero aprirsi già nei prossimi giorni e concludersi entro la fine dell’anno. E non sarà semplice. Il primo ministro britannico, Boris Johnson, è già pronto a uscire dai negoziato sulle future relazioni commerciali, se non otterrà quello che vuole. Nel suo primo discorso dopo l’uscita formale dalla Ue, oggi Johnson annuncerà il rifiuto di accettare l’allineamento alle regole Ue nel negoziato sul commercio.  Johnson farà sapere alla Ue di essere pronto ad accettare i controlli alle frontiere britanniche se non otterrà l’intesa che desidera. Una delle opzioni che Londra potrebbe accettare è quella di un accordo di libero scambio sul modello del Canada, che garantirebbe un commercio senza dazi per la maggior parte dei beni. Secondo Bruxelles Londra dovrebbe accettare la giurisdizione della Corte di giustizia Ue su ogni disputa commerciale. Aspetto, questo, che Johnson ha tutta l’intenzione di respingere.

Articoli Correlati

Lavoro in Gran Bretagnasolo per chi parla inglese

Dopo la Brexit i visti saranno concessi in base a una patente a punti che privilegia i lavoratori qualificati egli stipendi alti, oltre che la lingua

Brexit, ecco cosa cambiaper chi viaggia in auto

Cosa cambia con la Brexit per gli italiani che viaggeranno e guideranno nel Regno Unito? Ecco il punto

Londra è fuori dalla UePartita la transizione

A Londra migliaia di persone hanno seguito il countdown proiettato su uno schermo gigante