Divieto d'accesso nel relitto del Titanic

  • Titanic

Il relitto del Titanic sarà protetto dai turisti e dagli esploratori indesiderati in virtù di un trattato senza precedenti tra gli Stati Uniti e il Regno Unito che è entrato in vigore ieri. Lo ha dichiarato il ministro britannico per il mare, Nusrat Ghani. «Questo accordo decisivo con gli Stati Uniti per preservare il relitto comporta che ora sarà trattato con la sensibilità e il rispetto per gli ultimi resti di 1.500 persone», ha spiegato il ministro.    Il trattato permette ai due Paesi «di rilasciare o respingere le licenze che autorizzano ad entrare nel relitto o di portare via oggetti». Il relitto, che si trova in acque internazionali, era precedentemente protetto solo dalla Convenzione Unesco sulla protezione del patrimonio culturale subacqueo. Partito da Southampton il 10 aprile 1912 per raggiungere New York, il gigantesco transatlantico, affondò dopo cinque giorni.