Campidoglio, concorsone per assumere 1.512 dipendenti

  • Roma

Nuovo concorsone per assumere 1.512 dipendenti in Campidoglio. Una selezione per individuare 1.470 funzionari con diversi profili professionali e 42 dirigenti. Il primavera verrà avviato il bando per 500 nuovi vigili, 350 tra istruttori e funzionari amministrativi, 200 tecnici per edilizia e ambiente, 140 assistenti sociali, 100 tecnici informatici. E poi avvocati ed educatori. L’ultima tornata di assunzioni così numerosa era stata avviata nel 2010 dalla giunta di Gianni Alemanno, con un concorso per 1.995 dipendenti le cui graduatorie sono ancora oggi in corso di assorbimento, tra ricorsi e ritardi legati ad alcuni casi giudiziari.

Bando. Ora, un anno e mezzo dalle elezioni, nei prossimi mesi la giunta M5s di Virginia Raggi lancerà un bando che punta ad aprire l’amministrazione ai ‘Millennials’, vista l’età media di 52 anni del personale capitolino, attualmente circa 23 mila unità tra funzionari, vigili e maestre d’asilo. Un piccolo ‘esercito’ per il quale il Campidoglio spende circa 1 miliardo di euro ogni anno in buste paga.“Nel 2016 il 18% dei dipendenti era over 60 e il 40% oscillava tra i 51 e i 60 anni. Per assicurare ricambio generazionale abbiamo messo in campo un lavoro titanico, con l’assunzione tra il 2016 e il 2020 di 6mila persone nei vari settori: personale amministrativo, maestre e insegnanti, agenti di Polizia Locale, tecnici e giardinieri”, ha spiegato la sindaca. Virginia Raggi presentando l’iniziativa. ”Con questo concorso - ha aggiunto - vogliamo assicurare a Roma Capitale una programmazione sistemica, tramite un’organizzazione solida, in grado di durare nel tempo e di fortificare l’ente”.

Ricambio.  Con le assunzioni effettuate tra il 2016 e il 2020 il Campidoglio ha effettuato un ricambio del 26% dei suoi dipendenti. La giunta M5s rivendica che una persona su 4 che lavora oggi per Roma Capitale è stata assunta dall’attuale amministrazione. Il nuovo concorso prevede l’attivazione della figura professionale del ‘Funzionario Servizi Tecnici (D1)’, che nasce con l’obiettivo di implementare la programmazione e la progettazione delle opere pubbliche, di riqualificazione urbana e ambientale. L’inserimento di 100 persone in un altro nuovo profilo professionale, ’Istruttore Servizi Informatici e Telematici (C1)’, contribuirà ad allineare la macchina amministrativa capitolina ai bisogni di modernizzazione. Ai nuovi dirigenti invece spetterà il compito ottimizzare le procedure relative ai bandi di gara. Per l’assessore capitolino al Personale Antonio De Santis: “Il percorso fatto in questi anni, integrato con le 6mila nuove assunzioni, anche grazie allo smaltimento delle graduatorie ancora aperte, ha permesso di migliorare la qualità di molti servizi. Si pensi, per esempio, all’abbattimento dei tempi per il rilascio della Carta di identità elettronica. Il nuovo concorso determinerà l’inserimento di tanti giovani addirittura millennials”.

Articoli Correlati

Sarà aperto al pubblicoil sepolcro legato a Romolo

Il sarcofago di tufo lungo 1 metro e 40, legato al culto di Romolo, sarà aperto al pubblico

Emergenza abitativa, l'Assemblea rinvia gli sgomberi

Priorità alla sistemazione delle persone, ok dall’Aula Giulio Cesare

Il turismo low costche affossa la città

Affitti fantasma: tasse evase, caos trasporti e rifiuti