Lavaggio delle strade per abbattere lo smog

  • TORINO

TORINO Programma straordinario di lavaggio delle strade. È tra le misure attuate dalla Città di Torino per ridurre la concentrazione di polveri sottili che oramai da 20 giorni superano il limite tollerato. Sarà realizzato da Amiat, società del gruppo Iren per «verificare gli eventuali effetti sulla presenza di polveri nell’aria.

Privilegiate al momento le arterie principali, i percorsi di grande viabilità», spiegano dalla Città. Saranno inoltre sospesi i soffioni per raccogliere le foglie secche, tranne nei mercati. Intanto per domani è previsto il Tavolo di coordinamento sulla qualità dell’aria della Città metropolitana convocato dalla consigliera Barbara Azzarà, a cui parteciperà anche l’assessore regionale Marnati per fare il punto sull’evoluzione del protocollo padano, insieme con gli amministratori dei 33 Comuni che ne fanno parte per capire cosa fare. Tra le proposte dei giorni scorsi, istituire i bus gratuiti nei giorni di blocco.

E proprio le tariffe sono tra le richieste dei pendolari raccolte da Moovit, società sviluppatrice dell’app per la mobilità urbana, che fa un report sulle abitudini dei torinesi nel trasporto urbano. Aspettano in media 13 minuti alla fermata rispetto ai 41 minuti di tragitto e percorrono per andare a lavorare 6 chilometri, integrati con percorsi a piedi (725 metri di media) e micromobilità, anche se 8 su 10 non l’hanno mai provata.

Articoli Correlati

Strada AeroportoSgombero al via

Sindaca: «Avanti anche sul campo di via Germagnano»

Slot «taroccate» Sequestri a Torino

Le macchinette erano tarate per aumentare i guadagni e ridurre le vincite dei clienti

Gtt, più lineee meno attese

Il piano di investimenti dal centro alla cintura cittadina presentato ieri