"Zaniolo sarà più forte" Ieri operato pure Demiral

CALCIO «Lo abbiamo messo in campo in perfette condizioni, e ora andiamo avanti con la sicurezza che tornerà più forte di prima». Il giorno dopo l'intervento cui è stato sottoposto Nicolò Zaniolo per la rottura del legamento crociato del ginocchio destro, il responsabile sanitario della Roma, Andrea Causarano, ha fatto ieri il punto della situazione rispondendo anche a chi ha sollevato dubbi sulla gestione di un fastidio avuto dal centrocampista nella settimana precedente alla sfida con la Juventus. Ieri Zaniolo ha ricevuto la visita del presidente della Figc Gabriele Gravina (nelle foto).

«Nicolò non ha avuto nessun problema al ginocchio, che è stato perfettamente sano fino domenica - ha sottolineato Causarano ai microfoni di Roma Radio - Col Torino ha avuto una banalissima contusione del vasto mediale, che è un muscolo che dista un pò dal ginocchio, e lo abbiamo tenuto a riposo per qualche giorno. Poi è tornato ad allenarsi senza problemi».

«Poi purtroppo la fatalità ha voluto che il crociato di Nicolò cedesse, ma purtroppo anche ad un calciatore della Juventus (Demiral, ndr) è capitato lo stesso pochi minuti prima - ha aggiunto il medico giallorosso -.

Riguardo poi alle tempistiche per il ritorno in campo, Causarano non si è sbilanciato: «Già da oggi inizierà le prime fasi di riabilitazione del ginocchio per consentire all'articolazione di riprendere dal punto di vista funzionale il prima possibile. Siamo al giorno uno. Chiaramente la riabilitazione non ha dei tempi precisi, vanno personalizzati. Valuteremo nel corso del tempo quali step Nicolò riuscirà a superare e andremo avanti di conseguenza. E' impossibile dare con precisione i tempi di recupero. Agiremo nel migliore dei modi nell'interesse del calciatore, del suo futuro, ma soprattutto della sua salute».

Nel frattempo, è perfettamente riuscito l'intervento chirurgico di ricostruzione del legamento crociato anteriore e sutura del menisco laterale a cui è stato sottoposto ieri sera Merih Demiral. L'intervento, informa sul suo sito la Juventus, è stato eseguito presso la clinica Hochrum di Innsbruck dal professor Christian Fink, alla presenza del medico sociale bianconero. Per il difensore, infortunatosi contro la Roma, i tempi necessari per un recupero ottimale sono di 6-7 mesi.

Articoli Correlati

Torino-Lazio 1-2La banda Inzaghi c'è

La Lazio batte 2-1 il Toro in trasferta, dopo essere passata in svantaggio, e continua il testa a testa con la Juventus

Zeman all'Atalanta«Sono stato equivocato»

Non deve chiedere scusa agli orobici, dice il ceco che pareva aver sollevato dubbi sullo stato di forma smagliante della squadra di Gasperini

Addio a Pierino Pratiex stella di Milan e Roma

Calcio italiano in lutto per la morte a 73 anni di Pierino Prati,ex attaccante negli anni 60' e 70' con le maglie di Milan, Roma e Fiorentina