Partecipate, tregua con i sindacati

  • Roma

ROMA cDal nodo di Atac a quello dei rifiuti, passando per Farmacap e Multiservizi, ieri è stata siglata la tregua tra l’amministrazione capitolina e le sigle sindacati, al termine dell’incontro nella sala delle Bandiere in Campidoglio tre Cgil, Cisl, Uil, la sindaca Virginia Raggi e gli assessori al Personale e al Sociale Antonio De Santis e Veronica Mammì.

Il dialogo era stato bruscamente interrotto con lo sciopero dello scorso 25 ottobre. I sindacalisti hanno ottenuto per il momento tre convocazioni entro il mese di gennaio con gli assessori Mammì, Calabrese (Trasporti) e Lemmetti (Bilancio), con il quale finora non è mai stato possibile interagire. I futuri tavoli riguarderanno in primo luogo Atac e Ama, che attende l’assunzione di 400 dipendenti, subordinata però all’approvazione dei bilanci del 2017 e del 2018, ancora ferma, ma gli incontri riguarderanno anche il futuro di Farmacap. 

Roma Multiservizi
Ieri si è aperto anche un importante spiraglio su Roma Multiservizi, partecipata al 51% da Ama. La sindaca ha infatti «aperto alla possibilità di andare in direzione di una società in house se riterrà che è una soluzione praticabile. Noi abbiamo studi che ci dicono che lo è, e lei vuole approfondire il tema». Lo ha reso noto Michele Azzola, segretario generale della Cgil di Roma e del Lazio, al termine dell’incontro in Campidoglio.

Articoli Correlati

Coprifuoco ignoratoDecine di denunce

Nuovo sit in non autorizzato davanti a Rebibbia

Covid 19: chiudeanche San Pietro

Città deserta, file ai supermercati. Il Comune: Ztl aperta fino al 3 aprile

Coronavirus, i casisalgono a 27

L’ospedale Spallanzani mette a disposizione 150 posti letto in più