La banana appesa nel mondo di Cattelan

  • Maurizio Zuccari

Cattelan è un genio. Fino a una certa vive da sfigato finché una mattina, senza un soldo, resta sotto l’acqua col motorino rotto. 
Decide di cambiare vita. 
Diventa una star internazionale. Un artista di grido. Uno che pretende dire la sua nel sistema dell’arte e la dice, persino. Suicida scoiattolini. Fa cadere un meteorite sul groppone di papa Wojtyla e inginocchiare Hitler a chiedere scusa al mondo per le sue malefatte. Mette davanti alla Borsa una manona a fare il medio alla Finanza. Appende bambini (finti) in un parco di Milano e il suo gallerista meneghino (vero) su una parete d’expò. 
Ci prende gusto al punto d’appendere una banana, sempre a parete e con lo scotch. Illuminante. Geniale. 
Legioni di critici a disputare sui profondi pensieri e le infinite significanze di cotanta arte. Creatività allo stato puro. Rottura d’ogni schema. Poi arriva un saltimbanco, un “performer” come si dice in gergo, e ti mangia l’opera. Si pappa la banana appesa al muro. Centoventimila euro (tanto era stata quotata e venduta la creazione) in due bocconi. 
Nel magico mondo di Maurizio entra la follia, il cortocircuito da lui stesso innestato. Il nonsenso eretto a sistema, l’esibizione spaccafolle, perisce delle proprie armi. Un’altra banana s’appende al posto di quella divorata, il compratore dorma sonni tranquilli. 
Dai tempi delle provocazioni di Duchamp e Warhol, fini a se stesse prima di divenire fondanti del sistema dell’arte, nessuno s’è spinto tanto innanzi; forse solo Hirst col suo squalo in formaldeide, rotto e rifatto. 
Cattelan è geniale per questo. Un commediante – Comedian, comico, è il titolo della banana appesa – capace di tramutare in oro ciò che tocca, novello Mida, perfetta incarnazione d’un tempo di pura esibizione e nonsenso. 
Giorno verrà, per dirla come l’Alfieri, che si tornerà a parlare d’arte. E a farla.   

MAURIZIO ZUCCARI

Articoli Correlati
Maurizio Zuccari

Il mistero resistenella danza dei Cromlech

L'opinione di Maurizio Zuccari
Maurizio Zuccari

Punti deboli di uno Zarche rifiuta la pensione

L'opinione di Maurizio Zuccari
Maurizio Zuccari

La prova di forzadel Dragone cinese

L'opinione di Maurizio Zuccari