Inter e Roma: sfida per restare in alto

  • Campionato

CALCIO Dzeko ha la febbre, ancora, e solo oggi si saprà di più. Kluivert, dopo l’infortunio patito contro il Verona, è ancora sotto le cure dello staff e sarà certamente fuori: Perotti è pronto. Sono questi i principali punti interrogativi della Roma in vista della sfida di venerdì sera a San Siro contro l’Inter. Una sfida che promette faville, e che del resto è da sempre piena di attese e significati. Compresi quelli recenti: Totti che avrebbe voluto Conte a Trigoria, l’Inter che regala Zaniolo e insegue Dzeko...Sull’intensità dello scontro c’è da scommetterci. L’Inter prima in classifica vorrà dire la sua di fronte al suo stesso pubblico. Ambiente euforico, quello nerazzurro, a dispetto degli indisponibili (Sensi, Barella, Gagliardini, oltre a Sanchez) che continuano a condizionare la formazione a centrocampo. Motivo di tanto entusiasmo, anche, il fenomeno Lautaro Martinez. Il bomber argentino, che con Lukaku costituisce la coppia d’oro del momento, autore della doppietta alla Spal che è valsa il sorpasso sulla Juve, ieri ha detto a Sky la sua sul suo futuro, dopo tanti voci: «Per me l'Inter è casa mia. Voglio lavorare e dimostrare con umiltà che sono all'altezza di vestire questa maglia». Sono lontani i tempi (solo l’anno scorso) in cui era sacrificato dal modulo a una sola punta e dalla presenza di Icardi: «Conte mi dà fiducia, tratta tutti allo stesso modo. E con Romelu (Lukaku, ndr) mi trovo bene dentro e fuori dal campo». Proprio come aveva detto Marotta qualche sera fa: «Lautaro è un ragazzo riconoscente».

METRO

Articoli Correlati

Colpaccio della SpalAtalanta battuta 2-1

I ferraresi a sorpresa espugnano Bergamo. La Roma resta sola al 4° posto

L'Inter si lecca le feriteil mercato è un problema

Dopo l'1-1 con l'Atalanta e la fuga della Juventus, Conte denuncia la «coperta corta». Ma da Marotta non sembrano arrivare buone notizie

Juve, titolo d'invernoEspugnato l'Olimpico

La Signora espugna l'Olimpico 2-1 ed è campionessa d'inverno. Demiral e il romanista infortunati