Falstaff si confronta con il suo servo

  • Milano/Teatro

MILANO Una creazione originale ispirata ai drammi shakespeariani è il nuovo spettacolo “Falstaff e il suo servo” di Nicola Fano e Antonio Calenda che, da stasera al 6 dicembre, racconta al Teatro Strehler Sir John Falstaff non solo come protagonista de “Le allegre comari di Windsor”, ma anche per il suo ruolo nelle parti I e II di “Enrico IV” e nell’“Enrico V”. 

Interpreti principali,  Franco Branciaroli nei panni del grasso e vanaglorioso cavaliere, e Massimo De Francovich in quelli del suo servo, dando così vita ad una nuova ed inedita coppia teatrale. Tocca a loro evocare, tra dramma e commedia, le avventure di Falstaff e le burle di cui è vittima.

Personaggio tra i più popolari del canone shakespeariano, Sir John è uomo di disperata vitalità, ossessivamente ottimista, sempre teso a sconvolgere il conflitto tra volontà e destino. Il suo servo, invece, fedele compagno di avventure, è convinto di poter addomesticare la realtà, piegandola al suo volere. 

Sul palco si assiste allo scontro tra questi due caratteri opposti che richiamano da vicino quelli di tante altre coppie celebri del teatro shakespeariano come Lear e il suo Matto, Iago e Roderigo, Antonio e Shylock, e della letteratura teatrale in genere, da Don Giovanni e Sganarello a Vladimiro ed Estragone.

Ciò che ne esce è un catalogo delle beffe, comico e drammatico insieme, e una cavalcata nelle atmosfere shakespeariane, rielaborate per un pubblico di oggi in grado di cogliere l’eternità del duello tra Caso e Ragione (Info: piccoloteatro.org).

ANTONIO GARBISA

Articoli Correlati

«Ritorno in scena con tutto il cuore»

Vincenzo Salemme racconta il suo nuovo spettacolo che debutta stasera al Nazionale

«Vittima o carnefice?Ecco La Prova»

Bruno Fornasari racconta il nuovo spettacolo scritto e diretto da lui di scena da stasera al 26 gennaio al Teatro Filodrammatici

Milano a teatroin 4 fermate del metrò

Animanera racconta la città lungo un’immaginaria linea M8 da stasera a domenica al Leonardo