Le mamme e il lavoro, in Italia tasso solo al 57%

  • Lavoro

Il tasso di occupazione delle madri tra 25 e 54 anni che si occupano di figli piccoli o parenti non autosufficienti è del 57% a fronte dell'89,3% dei padri. Lo rileva l'Istat.     In particolare, il tasso di occupazione dei padri di 25-54 anni, classe di età in cui è più alta la presenza in famiglia di figli di 0-14 anni, è l’89,3% mentre per gli uomini senza figli coabitanti è pari all’83,6%. Situazione opposta per le donne, che risultano penalizzate: il tasso di occupazione delle madri di 25-54 anni è al 57%, quello delle donne senza figli coabitanti è al 72,1%.     I tassi di occupazione più bassi si registrano tra le madri di bambini in età prescolare: 53% per le donne con figli di 0-2 anni e 55,7% per quelle con figli di 3-5 anni. In un report, l'Istat evidenzia che "la quota di chi resta fuori dal mercato del lavoro è più bassa per i padri rispetto agli uomini senza figli (il tasso di inattività è rispettivamente 5,3% e 9,1%) e più alta invece per le madri (35,7% contro 20,3%)".

Articoli Correlati

Benzinai in scioperoper due giorni

Dalle 6 di mercoledì sino alla stessa ora di venerdì 8 novembre

«La sicurezza sul lavoroè una priorità sociale»

Il messaggio del presidente Mattarella per la 69ma Giornata per le Vittime degli incidenti sul lavoro

Caporalato telematicoscatta indagine sui rider

La Procura di Milano vuole vederci chiaro: dal mancato rispetto delle norme elementari di sicurezza sul lavoro all’occupazione di stranieri irregolari