Le mamme e il lavoro, in Italia tasso solo al 57%

  • Lavoro

Il tasso di occupazione delle madri tra 25 e 54 anni che si occupano di figli piccoli o parenti non autosufficienti è del 57% a fronte dell'89,3% dei padri. Lo rileva l'Istat.     In particolare, il tasso di occupazione dei padri di 25-54 anni, classe di età in cui è più alta la presenza in famiglia di figli di 0-14 anni, è l’89,3% mentre per gli uomini senza figli coabitanti è pari all’83,6%. Situazione opposta per le donne, che risultano penalizzate: il tasso di occupazione delle madri di 25-54 anni è al 57%, quello delle donne senza figli coabitanti è al 72,1%.     I tassi di occupazione più bassi si registrano tra le madri di bambini in età prescolare: 53% per le donne con figli di 0-2 anni e 55,7% per quelle con figli di 3-5 anni. In un report, l'Istat evidenzia che "la quota di chi resta fuori dal mercato del lavoro è più bassa per i padri rispetto agli uomini senza figli (il tasso di inattività è rispettivamente 5,3% e 9,1%) e più alta invece per le madri (35,7% contro 20,3%)".

Articoli Correlati

Occupazione, male giovaniCrollo per gli autonomi

Il tasso di disoccupazione resta stabile al 9,8%, male i giovani e gli autonomi

Lavoro, il robotspaventa sempre di più

Rapporto Censis: sette milioni di italiani temono di perdere il lavoro a causa dele nuove tecnologie

Benzinai in scioperoper due giorni

Dalle 6 di mercoledì sino alla stessa ora di venerdì 8 novembre