Mercantile italiano assalito dai pirati

  • pirateria

ROMA La procura di Roma ha aperto un’inchiesta per “pirateria”, come previsto dal codice di navigazione, in relazione all’attacco contro la nave italiana “Remas” avvenuto nel Golfo del Messico durante il quale sono rimasti feriti due marittimi. Gli assalitori, arrivati con due barchini veloci, sono riusciti a salire a bordo del mercantile italiano di proprietà della Micoperi. Dopo aver picchiato la guardia Vincenzo Grosso, originario di Molfetta, i banditi si sarebbero spaventati per la numerosa pattuglia di uomini presente sulla nave. A quel punto avrebbero sparato contro una porta - non è ancora chiaro se volutamente o accidentalmente - dove dietro c’era il marittimo romagnolo Andrea Di Palma, 42 anni, rimasto ferito a un ginocchio. Gli episodi di arrembaggio sono in forte aumento nel Mar dei Caraibi e nei Paesi dell’America Latina.

METRO

Articoli Correlati

Hacker svuotano le banchema senza toccare i risparmi

Scoperta banda di ladri informatici che in due anni avrebbero rubato almeno un miliardo di dollari in 30 Paesi diversi