Erica Mou “racconta” dieci grandi donne

  • Roma/Musica

ROMA «Avevo voglia di fare questo spettacolo, di portare in giro storie di donne così diverse tra loro eppure accomunate da uno smanioso amore per la libertà, lontane dal dovere di compiacere». 
Con queste parole Erica Mou introduce “Grazie dei Fiori”, il suo nuovo progetto live dedicato a dieci figure femminili, che stasera alle 21,30 farà tappa all'Angelo Mai di via delle Terme di Caracalla. 

La 29enne artista di Trani - all'attivo oltre cinquecento concerti in Italia e all'estero e la registrazione di quattro album in studio -  presenterà dal vivo lo spettacolo scritto insieme a Valentina Farinaccio, incentrato su dieci donne che a loro modo hanno fatto la storia, da Anna Magnani - «che contava le rughe e aveva due pezzi di vita al posto degli occhi» - a Bebe Vio, da Mia Martini a Marina Abramovic, da Raffaella Carrà a Jane Goodall. 

«Forse servivano un po' di anni di palchi - spiega la cantante pugliese - per poter tornare a sentirmi così libera di suonare cose molto diverse - pezzi miei, inediti, omaggi - eppure accomunate da un filo, e di riscoprirmi attraverso vite lontane da me. Torno a Roma, in un posto che per diversi anni mi ha accolta, e non c'è luogo migliore dell'Angelo Mai per ripartire con la seconda metà di questo tour».

Il progetto “Grazie dei Fiori” è realizzato con il sostegno del Mibac e della Siae.

STEFANO MILIONI

Articoli Correlati

Note in Vaticano da Lionel Richie a Mamhood

Il concerto di domani, che vedrà sul palco anche Elisa e molti altri, sarà trasmesso da Canale 5 il 24 dicembre in prima serata

La Banda Bassotti ricorda Sigaro

Sabato a Largo Venue il concerto in cui la band ripercorrerà le tappe fondamentali del suo percorso

Roberto Vecchioni esplora L’infinito

Mercoledì al Teatro Brancaccio, tappa romana del tour del cantautore milanese