I Lumineers sul palco con “III”

  • Milano/Musica

MILANO Un inizio di settimana molto intenso, con tanti concerti per tutti i gusti. All’Alcatraz è già tutto esaurito da tempo per il ritorno degli americani Lumineers e il loro coinvolgente folk-pop. Formatisi nel 2005, ma emersi solo nel 2011 col successo mondiale dell’orecchiabile singolo “Ho Hey”, arrivano stasera a Milano sull’onda di un nuovo cd, “III”, una narrazione cinematografica in tre capitoli, con le canzoni che trattano argomenti molto vicini al cantante solista Wesley Schultz

In alternativa, ecco al Fabrique il cantautore irlandese Dermot Kennedy, che ha iniziato come busker per le strade del mondo e da poco è approdato al disco d’esordio, “Without Fear”, lanciato dal suggestivo singolo “Outnumbered”. 

Per chi preferisce i grandi classici, da non perdere al Dal Verme il ritorno di un’icona anni ‘70 come i Jethro Tull, guidati come sempre da Ian Anderson col suo inseparabile flauto prestato al rock, che ha animato pezzi storici come “Aqualung” e “Locomotive Breath”. 

Proseguono poi gli appuntamenti della rassegna Jazzmi2019: alla Triennale Teatro dell’Arte ritroveremo il Trio Bobo, ovvero Faso e Christian Meyer, sezione ritmica di Elio e le Storie Tese, col chitarrista Alessio Menconi; sul palco anche Paolo Jannacci in versione di cantautore con “Canterò”. 

Al Piccolo Teatro Grassi ritroveremo invece il pianista e compositore Enrico Intra con Alex Stangoni ai live electronics in “Sound Planets”. 

 

DIEGO PERUGINI

Articoli Correlati

Bryan Adams live:«Per ogni biglietto nasce un albero»

Domenica al Forum d’Assago il live “Shine a Light”

Una serata con Manuel Agnelli

Domani sera sul palco degli Arcimboldi Agnelli sarà con Rodrigo D’Erasmo

Michael Kiwanuka sbarca al Fabrique

Il cantautore britannico presenterà il suo terzo lavoro discografico il cui titolo è il suo cognome domani sera