Pioltello, in 11 rischiano il processo

  • pioltello

I pm di Milano hanno chiuso le indagini  per disastro ferroviario colposo, in vista della richiesta di  processo, a carico di 11 persone, tra manager e dipendenti Rfi e della stessa società. Rischiano il processo  anche due ex vertici dell’Agenzia nazionale per la sicurezza delle  Ferrovie in relazione all’incidente ferroviario di Pioltello in cui il 25 gennaio 2018 morirono 3 persone. Stralciata la posizione di due manager Trenord e della  società in vista dell’archiviazione.

Inchiesta.    L'inchiesta, coordinata dal procuratore aggiunto Tiziana Siciliano e  dai pm Maura Ripamonti e Leonardo Lesti, riguarda oltre alla società  anche 11 persone fisiche a cui vengono contestati i reati di disastro  ferroviario colposo, omicidio colposo plurimo e lesioni colpose. La società Rfi è indagata per la legge sulla responsabilità  amministrativa degli enti.    

Rotaia. Secondo la relazione finale dei consulenti tecnici nominati dalla  procura, il disastro ferroviario di Pioltello sarebbe stato causato  dallo "spezzone di rotaia" di 23 centimetri che "si è fratturato", nel "punto zero", per "un danneggiamento ciclico irreversibile generato da condizioni di insufficiente manutenzione".

Articoli Correlati

Pioltello, il ricordo e la rivendicazione

A un anno dall’incidente, il distintivo #intrenoconnoi che i pendolari indosseranno venerdì

Altri 4 indagati di Rfiper l’incidente di Pioltello

Al via le autopsie sui corpi delle tre vittime. Vertice in Procura per fare il punto sulle indagini

Primi quattro indagatiper l’incidente a Pioltello

Disastro ferroviario colposo. Atto dovuto per consentire ai manager di Rfi e Trenord di nominare dei propri consulenti