Omicidio di Luca Sacchi Un video smentisce la fidanzata

  • Roma

ROMA C’è un video che rimette in discussione l’intera dinamica sulla morte di Luca Sacchi, il ragazzo di 24 anni ucciso con un colpo di pistola da Valerio Del Grosso la scorsa settimana, al termine di quella che oramai appare agli investigatori come una trattativa per la compravendita di una grossa partita di marijuana sfociata in rapina. La telecamera di sorveglianza di un laboratorio di tatuaggi racconta una storia diversa da quella fornita da Anastasia Kylemnyk, la fidanzatina del ragazzo ucciso.

Non ci sarebbe stata nessuna bastonata alla testa nei confronti della giovane ucraina, e nemmeno una colluttazione tra Luca, freddato con un colpo di pistola alla nuca, e Paolo Pirino, che nel corso di una prima ricostruzione avrebbe aggredito Anastasia con una mazza da baseball, poi ritrovata dagli investigatori, così come il tamburo del revolver utilizzato per uccidere e lo zaino della giovane, che conteneva i soldi per acquistare la droga. Le immagini della telecamera in via Bartoloni  hanno immortalato la Smart bianca dei due aggressori superare il pub davanti al quale è stato ucciso Luca alla 22:50, per poi fermarsi in seconda fila davanti al locale alle 23:59. Meno di un minuto dopo, lo sparo. Un lasso di tempo troppo breve per ipotizzare una colluttazione. E poi c’è la testimonianza dello stesso tatuatore, che quella sera ha ospitato Anastasia dopo il ferimento mortale: lei non aveva ferite alla nuca. Chi indaga vuole vederci chiaro, Per questo Anastasia è stata convocata in Procura. Parlerà con i pm nei prossimi giorni.

Articoli Correlati

Spada, la Cassazioneconferma il metodo mafioso

Ostia, confermata in via definitiva la condanna a 6 anni di reclusione inflitta a Roberto Spada

Rifiuti, Lemmetti"La Tari non aumenterà"

Rifiuti, l'assessore al Bilancio di Rom, Lemmetti: "La Tari non aumenterà"

A Tor Bella Monaca“La formica sghemba”

Paolo Romano presenterà il suo romanzo “La formica sghemba” il 15 novembre nella libreria Le Torri di Tor Bella Monaca