L'angoscia e l’amicizia nel debutto di Silvia Finizio

  • Libri

E' stato presentato a San Martino al Cimino, nella Sala Aldobrandini di Palazzo Doria Pamphilj, il libro “Lo strappo nel cielo di carta” (La Caravella Editrice), opera prima  di Silvia Finizio. Il romanzo, coinvolgente, racconta l’angoscia della malattia ma anche il valore dell’amicizia e la gioia di vivere.  Finizio, nata a Viterbo nel 1973, è cresciuta proprio nell'antico borgo medievale di San Martino al Cimino. Laureata in Scienze politiche alla Luiss di Roma, con un MBA alla Cass Business School di Londra, si è poi sempre occupata di consulenza per lo sviluppo in ambito internazionale. Ha lavorato principalmente in Romania, Bosnia, Egitto, Siria e Turchia. Oggi vive a Milano con il marito Luca e “Lo strappo nel cielo di carta” è il  suo debutto letterario.

Articoli Correlati

"Armaioli napoletani"Viaggio tra storia e cultura

“Armaioli Napoletani nei secoli XVI e XVII” di Francesco Colonnesi è il nuovo libro edito da Giammarino Editore

"Roma Borghese"nel ritratto di Giovanni Faldella

Un ritratto originale della Roma post unitaria quello di Giovanni Faldella riproposto dal marchio capitolino Studio Garamond, proprietà di Edizioni della Sera

Le favole indianeraccontate dai bimbi

Emanuela Sabbatini racconta come è nata la sua raccolta di racconti