I Cake tornano live dopo otto anni

  • Milano/Musica

MILANO Sono un vero gruppo di culto, “alternativi fra gli alternativi” per quel loro stile originale e contaminato, sarcastico e fuori dagli schemi, trasgressivo con ironia. Stasera all'Alcatraz (ore 20.30, euro 28.75) arrivano i californiani Cake, formatisi nel 1991 in piena epopea grunge.

L'attitudine di John McCrea e soci, però, era lontana dal disagio esistenziale di quel movimento musicale e si muoveva su coordinate più indecifrabili, ludiche e fantasiose.

Nel corso degli anni hanno pubblicato diversi album, spesso incensati dalla critica e da uno zoccolo duro di fan agguerriti, come “Prolonging The Magic” del 1998, uno dei loro migliori lavori, baciato anche da un buon successo di vendite.

La band ha dimostrato di saperci fare anche con le cover: i più attenti ricorderanno infatti la loro stralunata e genialoide versione di “I Will Survive” di Gloria Gaynor, poco apprezzata dalla diretta interessata perché giudicata un po' “spinta”. 

Il gruppo torna a suonare nel nostro Paese dopo otto anni; nel frattempo l'anno scorso ha pubblicato il singolo “Sinking Ship”, i cui ricavati verranno donati all’ONG Medici Senza Frontiere.

In alternativa al Santeria Toscana 31 potremo ascoltare il cantautore americano Matt Simons col singolo “We Can Do Better” e l'ultimo cd “After The Landslide”. 

Al Gattò, invece, dalle 19 ci sarà Felpa, progetto indie d'autore di Daniele Carretti degli Offlaga DiscoPax.  

 

DIEGO PERUGINI

Articoli Correlati

Mogol racconta Battistial Teatro Dal Verme

Questa sera di scena “Emozioni. Viaggio tra le canzoni di Mogol e Battisti” per svelare i segreti dei brani più noti

Il pop-punk dei Sum 41 al Lorenzini District

Domani sera la band presenterà dal vivo l’album “Order in Decline” uscito lo scorso luglio

Melanie Martineza tutto pop

Domani al Lorenzini District presenterà i brani tratti dall’ultimo album “K-12”