Festa del Cinema, Ardant: «Una donna senza nostalgia»

  • Festa del Cinema di Roma

ROMA Una volta lo amava, quando era un disegnatore di successo. Ma le cose cambiano e oggi  accusa il marito «di essere pigro, di odiare gli altri e ogni progresso» .  Lo accusa e lo lascia.  
Lei ha la forza  di Fanny Ardant e vuole andare avanti.  Ad ogni costo. Di più. Ha idee molto chiare sul come ed è certa  che «a volte dimenticare è una vera felicità».

Ecco la donna protagonista dell'irresistibile “Le Belle Epoque”,  presentato alla Festa del Cinema dall'attrice  (che  recita al fianco di Daniel Auteuil e Guillaume Canet)  e che  di se confessa: «Se come il mio personaggio potessi scegliere di rivivere un momento della mia vita di attrice penserei alla perfezione de “La donna della domenica”». 

E di questa donna che chi vede il film non dimenticherà facilmente, una donna crudele e fascinosa, dice: «È un misto di forza e fragilità, è crudele perché non vuole rassegnarsi alla fine di un amore ma proprio la crudeltà le riporterà il suo uomo. Del resto la bellezza del personaggio sta nella sua contraddizione e nella nostalgia che il personaggio non vuole provare». 

E lei? «Tutto quello che ho vissuto,  le cose felici o infelici, le ho conservate, sono una maestra del ricordo e anche se mi dicono di non guardare il passato, io vivo guardandolo ma amo anche vivere il presente. Per me passato e presente sono due gemelli». 

Oggi alla Festa del Cinema di Roma è il giorno di Martin Scorsese e della sua storia di crimini e scomparse nell'America del dopoguerra nell'attesissimo “Irishman”.

SILVIA DI PAOLA

Articoli Correlati
Festa del Cinema di Roma

Festa del cinema di Roma, l’apertura è con Norton

Oggi sarà proiettato “Motherless Brooklyn”, seconda regia di Edward Norton che recita con Bruce Willis, Bobby Cannavale e Willem Dafoe.