Westminster ferma Johnson Lui: "Avanti lo stesso"

  • Brexit

Ennesimo colpo di scena sulla Brexit. Westminster ha fermato il premier britannico Boris Johnson: la maggioranza (322) ha votato a favore dell'emendamento Letwin (306 i contrari) che obbliga il Parlamento a discutere e votare prima le leggi attuative dell'accordo raggiunto prima del voto finale sull'accordo. Johnson dovrebbe quindi chiedere un rinvio di Brexit, in programma il 31 ottobre. 

Johnson. Invece il premier britannico, Boris Johnson, tira dritto verso la Brexit. "Non negozierò un rinvio con l'Ue e la legge non mi obbliga a farlo", ha spiegato il premier dopo il voto. "La cosa migliore è uscire il 31 ottobre".

Articoli Correlati

Brexit, per cittadini Uepassaporto e visto

Con la Brexit potrebbero servire passaporto e visto per i cittadini stranieri, compresi quelli Ue

Bruxelles dice sìProroga al 31 gennaio 2020

Via libera dalla Ue all'ennesima proroga della Brexit, al 31 gennaio 2020

Brexit, più vicinopossibile ok all’intesa

Il ministro degli Esteri britannico allontana l'ipotesi di un nuovo rinvio