Con Doherty riapre il Centrale

  • Peter Daniell Doherty

MUSICA Sarà un concerto di Pete Doherty a inaugurare domani (alle ore 22) la stagione musicale del Teatro Centrale. Completamente rinnovato negli spazi e nel management l’hub di via Celsa come primo appuntamento ospiterà il concerto di uno dei personaggi più controversi e discussi della storia recente del rock, un artista conosciuto per essere stato il leader di band come Libertines e Babyshambles, ma anche per i problemi di dipendenza dalla droga e per il lungo fidanzamento con la modella Kate Moss.
Con i Libertines Doherty, nella seconda metà degli anni Novanta, ha saputo unire influenze del rock britannico anni Cinquanta e un’attitudine punk anarchica e dissoluta, assurgendo con l’album di debutto “Up the Bracket” a profeti di una nuova generazione di giovani disillusi e romanticamente obnubilati da alcool e droga.

Proprio alla dipendenza da crack ed eroina di Pete si deve il primo scioglimento della band al quale sarebbero seguiti, poi, nel tempo diversi tentativi di riavvicinamento, la nascita dei Babyshambles, nuova creatura del “poeta maledetto del rock”, diversi altri problemi con la droga e con la giustizia.
Il debutto come solista arriva nel 2016, stesso anno del primo tour con The Puta Madre, la sua nuova band. Hanno registtrato il loro primo album in un villaggio di pescatori della Normandia.

 

 

STEFANO MILIONI